LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Profumi dall'Oriente per signore etrusche
Viviano Domenici
Corriere della Sera, 18/10/2005

Scoperte nuove tombe a Cortona. Un vaso con probabile ermafrodito

Un portaprofumi di ceramica a forma di scimmietta seduta che tiene il suo piccolo tra le braccia come una mamma affettuosa; tanti puntini di color bruno coprono il corpo e suggeriscono il pelame dell'animale, ma non riescono a cancellare la tenerezza di quell'abbraccio cos umano. Probabilmente venne prodotto in qualche laboratorio del Mediterraneo orientale e poi portato dai mercanti fino in Etruria, dove i principi locali facevano a gara per accaparrarsi merci esotiche e preziose. Cos la scimmietta-porta-profumi entr in una casa dell'aristocrazia di Cortona, dove una signora la ripose con cura nel suo beauty case, tra pettini d'avorio, specchi di bronzo e balsamari.
E quando la donna mori, verso il 650-625 avanti Cristo, i familiari deposero l'amata scimmietta tra gli oggetti del corredo funebre, accanto al grosso vaso di ceramica, dov'erano state chiuse le ceneri della matrona. Tutto venne poi collocato in una piccola sepoltura a cassetta che gli archeologi hanno ritrovato scavando una tomba di famiglia delimitata da un circolo di pietre di circa cinque metri di diametro.
In realt abbiamo individuato due tombe "a circolo di pietre" - spiega Luca Fedeli, l'archeologo responsabile dello scavo Ma per il momento ne abbiamo scavata solo una individuando sei sepolture "a cassetta", di cui tre intatte e tre praticamente distrutte; ognuna ha restituito circa venticinque oggetti, in gran parte ceramiche da banchetto come coppe, piatti e recipienti per liquidi in bucchero, la tipica ceramica nera degli Etruschi. Si tratta di tombe a incinerazione e gli oggetti dei corredi ci dicono che due sono femminili e una maschile. I vasi con le ceneri dei defunti li abbiamo portati in laboratorio per poterli aprire con calma; probabilmente, oltre a ceneri e resti ossei, contengono altri piccoli oggetti personali. Da una frattura di uno dei cinerari uscita infatti una piccola fibula, mentre tra il vasellame di un corredo stata trovata una punta di lancia in ferro che indica chiaramente il ruolo del defunto. Tra i materiali finora recuperati spiccano comunque la scimmietta-portaprofumi e un altro balsamario in forma umana, anche questo di fattura orientalizzante, che potrebbe rivelarsi una vera sorpresa: la presenza del seno rimanda a una giovane donna, ma la zona dei genitali per quanto un po' confusa sembra dire il contrario. Potrebbe trattarsi di un ermafrodito, ma per il momento l'archeologo preferisce non parlarne, perch la statuetta coperta di incrostazioni e finch i restauratori non l'avranno pulita impossibile stabilirne il sesso con sicurezza. Comunque sia, queste ceramiche dall'aspetto esotico dimostrano che i signori sepolti in queste tombe intrattenevano rapporti con l'Oriente e amavano circondarsi di oggetti raffinati, anche nell'aldil.
Si tratta delle tombe di esponenti dell'aristocrazia spiega Carlotta Cianferoni, soprintendente per i beni archeologici della Toscana I due circoli di pietre ora individuati fanno parte della necropoli a cui appartengono i grandi tumuli noti come Melone 1 e Melone 11, ma rispetto a questi ultimi sono pi semplici pi antichi di qualche decennio: dal punto di vista cronologico possiamo quindi dire che sono le tombe dei genitori o degli zii di quelli che furono sepolti nei tumuli monumentali. Il confronto tra le due tipologie di monumenti dimostra chiaramente che in pochi anni Cortona divent pi ricca e potente, grazie all'agricoltura e al controllo del territorio e delle merci che lo attraversavano. La citt domina la Val di Chiana, dove passava la strada che univa il sud al nord e certamente una parte delle ricchezze che transitavano di qui finiva nelle case dei principi di Cortona. Questa necropoli conclude la soprintendente rimasta sepolta sotto due metri di sedimenti e potrebbe restituirci tombe intatte dell'epoca orientalizzante, una delle pi ricche della civilt etrusca.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news