LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Certosa: ricorso improponibile. Segreto di Stato sui lavori: la Consulta boccia la Procura
Giampiero Cocco
La Nuova Sardegna 16/10/2005

ROMA. La Consulta ha dichiarato improponibile, essendo caduta la materia del contendere, il ricorso avanzato dalla Procura di Tempio contro il conflitto di poteri sollevato da Berlusconi con il segreto di Stato, che impediva l'accesso dei magistrati galluresi alla Certosa.
La decisione della Corte Costituzionale, presa a larga maggioranza (12 consiglieri su 13), ha suggerito l'amaro commento al costituzionalista nominato dalla Procura di Tempio, il professor Alessandro Pace.
«Prima si è impedito, con l'apposizione del segreto di Stato all'intero compendio della Certosa (oltre 50 ettari, ndr), l'accesso ai magistrati che dovevano raccogliere, tempestivamente (settembre 2004), le eventuali prove di commissione di reati edilizi ed ambientali. Poi Berlusconi, con una norma inserita nella finanziaria, ha fatto approvare una legge di sanatoria applicabile anche ai siti tutelati dalle leggi ambientali e paesaggistiche».
Per fortuna nessuno ha avuto la sfacciataggine di costruirsi una villa sull'Appia antica. Sarebbe stata sanata anche quella. Già, le sanatorie o le richieste di condono. Sono ben undici quelle presentate dalla società "Idra spa"—la immobiliare milanese proprietaria della Certosa—, all'ufficio di tutela del paesaggio, al corpo forestale regionale e al comune di Olbia, per mettere una pietra tombale su eventuali abusi edili e scempi paesaggistici.
«Non conosco l'esito delle istruttorie avviate sulle diverse richieste di sanatoria — ha
precisato ieri il capo della Procura di Tempio Valerio Cicalò —, attendo questi atti, poi deci-deremocome chiudere l'indagine, ancora aperta».
A finire sul libro degli indagati della Procura di Tempio non è stato Silvio Berlusconi, il quale è un ospite di Villa Certosa, ma l'amministratore delegato dell'Idra Spa Gianfranco Spinelli. L'uomo al quale l'avvocato di Silvio Berlusconi, Nicolò Ghedini, ha consigliato di presentare al comune di Olbia la raffica di condoni e sanatorie. «Lo abbiamo suggerito — ci ha spiegato ieri al telefono il legale e parlamentare di Forza Italia Nicolò Ghedini — più che altro per nostra tranquillità. Tutto ciò che è stato fatto all'interno della Certosa era autorizzato dalle competenti autorità, quindi non avevamo nulla da temere. Per quanto riguarda l'approdo protetto (una delle opera per le quali è stata chiesta la sanatoria, ndr,) la stessa capitaneria di Porto, nel rilevare che è stato realizzato in parte sul demanio, ha accertato che non è stata modificata in alcun modo la linea di costa. Tutto in regola, dunque, come abbiamo sostenuto sin dall'inizio di questa storia».
Fu una piattaforma gigantesca, una foresta di tubi Innocenti sul mare, a destare la curiosità della "Nuova Sardegna". Ruspe che grattavano sul fianco della collina e decine di persone che lavoravano come api operaie attorno ad un favo. Da tutelare col segreto di Stato. Cominciò così il caso della Certosa. Lavori misteriosi, un approdo destinato a proteggere il presidente del Consiglio e gli ospiti di rango, da Putin a Bush, garantire loro la fuga in caso di emergenza terroristica. Ma anche l'anfiteatro greco dove Mariano Apicella canta le canzoni napoletane e le arie composte da Silvio Berlusconi. Gli addetti all'urbanistica e i magistrati dalla Procura di Tempio vennero bloccati all'ingresso.
Una volta sanato tutto i cancelli si sono aperti, anche per i magistrati.



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news