LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Finanziamenti al cinema bloccati: i soldi ci sono ma manca la legge
Antonello Cerchi
Il Sole 24 Ore, 17 ottobre 2005

Oggi decade il Dl e mercoledì si riproverà al Senato con un Ddl

Di solito c'è la norma ma mancano i finanziamenti. Questa volta accade esattamente il contrario: i soldi ci sono, sono stati già assegnati, ma manca il codicillo che permette di chiudere il cerchio. È la situazione in cui versa il cinema italiano: dieci lungometraggi riconosciuti di interesse culturale, altrettanti cortometraggi e sei tra opere prime e seconde aspettano di ricevere 18,5 milioni di euro.
I contributi. La commissione cinema dei Beni culturali ha già deciso che a ognuna di quelle pellicole spetta, in quote differenti, una parte dei 18,5 milioni. Perché i soldi vengano trasferiti nelle casse dei produttori manca solo la firma dei dirigenti del ministero. Che, però, non possono sottoscrivere la delibera perché all'operazione serve il puntello normativo. O meglio, la base legislativa esiste: è il decreto legge 164 del 17 agosto scorso, che avrebbe dovuto essere convertito oggi. Ma l'obiettivo non è stato centrato e così il DI da domani non avrà più effetti e con esso le fondamenta del sistema dei finanziamenti al cinema.
il rischio è che i 26 film a cui sono già stati riconosciuti i soldi debbano aspettare ancora. A loro fanno buona compagnia un'altra cinquantina di pellicole già esaminate dalla commissione cinema, anche se non si è ancora arrivati alla delibera.
Corsa contro il tempo. Un rimedio per accelerare i tempi c'è e si tenterà di metterlo in pratica a partire da mercoledì pomeriggio prossimo, quando la commissione Cultura del Senato inizierà l'esame di un disegno di legge (atto n. 3625) nel quale, la scorsa settimana, sono state in tutta fretta travasate le parti più urgenti del decreto legge. Il ministro dei Beni culturali, Rocco Buttiglione. è riuscito a mettere d'accordo i capigruppo di maggioranza e opposizione e a ottenere per il Ddl la sede deliberante.
Se non ci saranno intoppi legati al clima particolarmente caldo che si respira in Parlamento a causa della riforma elettorale, il disegno di legge sul cinema potrebbe tagliare il traguardo entro la fine del mese e finire sulla «Gazzetta Ufficiale» nelle prime settimane di novembre. A quel punto i giochi sarebbero fatti, perché è espressamente previsto che la nuova legge entri in vigore subito.
La Consulta. La via d'uscita per salvare i finanziamenti al cinema ha più di una probabilità di successo perché sul contenuto dell'ex decreto legge l'opposizione non aveva sollevato problemi. Il DI è, infatti, caduto alla Camera, stritolato dall'ostruzionismo fatto dall'Ulivo nei confronti della riforma elettorale, ostruzionismo che ha fatto venir meno i tempi tecnici per con-vertire il decreto legge.
Il DI (ora disegno di legge), d'altra parte, non sconvolge il meccanismo di finanziamento del cinema. Si limita, infatti, a prendere atto di quanto affermato dalla Corte costituzionale a luglio. I giudici avevano rilevato che la legislazione in materia di sostegno alle attività culturali non riservava un adeguato spazio alle autonomie locali. Per questo si è reso necessario riscrivere le norme e chiamare in causa la conferenza Stato-Regioni. Si voleva fare il più in fretta possibile. Ma i giochi politici hanno sconvolto i programmi.



news

20-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 20 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news