LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Fermate il declino di Santa Teresa di Gallura
Maurizio di Robilant
La Nuova Sardegna 13/10/2005

Caro direttore, L'anno scorso ho spedito al Comune di Santa Teresa di Gallura un'accorata lettera che aveva lo scopo di salvaguardare dallo scempio edilizio una delle ultime zone di macchia mediterranea che si affaccia sul mare. La lettera, che aveva per oggetto una «osservazione» alle varianti proposte al Puc, a quindici mesi di distanza, non ha ricevuto la benché minima risposta da chicchessia. Chiedo ospitalità sulle pagine del suo giornale per indirizzarla pubblicamente alla nuova giunta comunale.
Sono più di quindici anni che frequento S. Teresa con assiduità, avendo acquistato nel tempo alcune proprietà immobiliari e trascorrendo molto del mio tempo libero in questo luogo che amo particolarmente, per l'affabilità della sua gente e per la meraviglia del suo territorio.
Ho portato amici che hanno come me apprezzato le bellezze del luogo e hanno a loro volta acquistato belle case di vacanza. Sarebbe mia intenzione, in un futuro non lontanissimo, trascorrere lunghi periodi in questo paradiso, sempre che ne rimanga qualcosa.
Sono anni, infatti che assisto attonito agli orrori architettonici che lentamente, ma inesorabilmente, vanno devastando uno dei più suggestivi angoli del mondo. Lo testimoniano due orrori divenuti, nel tempo, proverbiali: il complesso della Marmorata e l'apocalittica Porto Quadro, assoluto incubo architettonico.
La tragedia è che la colata di cemento non si è mai arrestata: ogni anno crescono, come funghi, nuove costruzioni e altre ancora sono in via di sviluppo e non entro nel merito della qualità progettuale, di gusto modestissimo (ricordo la Stazione marittima e le sue scale di accesso,il depuratore e i suoi colori costruttivisti, la miseria culturale dell'orrida ristrutturazione della vecchia piazza "albertina", l'abominevole luminaria di doppi boccioni a luci rosse che infesta parte del comune, gli appena ultimati casoni a tre piani lungo la provinciale soprannominati "Lattedolce" in omaggio al quartiere-ghetto di Sassari, il nuovo insediamento pseudo-alberghiero a Porto Quadro).
Vorrei attirare l'attenzione degli amministratori sulla drammatica conseguenza di questo inveterato modo di agire:
A) La difesa della bellezza dell'ambiente è un patrimonio inestimabile per il vostro comune e la vostra regione.
B) Questo patrimonio appartiene ai vostri figli e ai vostri nipoti, la vostra responsabilità è quindi doppia.
C) Lo sviluppo edilizio che da anni viene autorizzato e promosso, va a vantaggio di pochi "cementificatori" e non porta sviluppo economico. Mi spiego meglio: la maggior parte delle costruzioni sono unità abitative sotto i 60 mq. che attraggono una clientela di basso profilo economico e spesso di modesto profilo culturale, sia per l'acquisto che, e peggio ancora, per l'affitto. Cito un commento di un commerciante locale: "gente che arriva da casa con l'acqua minerale nel gommone!. Il risultato è di una modestissima ricaduta economica sulla comunità locale.
In compenso le già fragili strutture e servizi quali luce e acqua soffriranno ulteriormente, provocando gli assurdi disagi già patiti da locali e turisti. Inoltre si acuisce la difficoltà di allungare la stagione.
Consiglierei agli amministratori, di investire il denaro pubblico per fare tutti una bella gita a Bonifacio. Là potranno passeggiare tra le tante boutique e le decine di ristoranti in un'atmosfera che rende l'esperienza memorabile e quindi ripetibile.
Detto quanto sopra e presa visione del nuovo Piano Urbanistico Comunale chiedo alle istituzioni che l'ultimo baluardo di meravigliosa macchia gallurese, la località denominata Terravecchia, venga risparmiata dalla vandalica colata di cemento che avete deliberato. Mi riferisco al Sottoambito F4.2.1 dove le "varianti", non ancora approvate, del Puc prevedono un devastante Vb (volume alberghiero) di ben 16.000 mc. Il progetto prevede agglomerati di piccoli appartamenti indipendenti. Per un'ulteriore difesa del territorio diTerravecchia chiedo che alla risibile situazione della viabilità e della condizione e manutenzione delle strade siano trovate adeguate soluzioni, e cioè:
X) venga inserito nel Puc il recupero e la parziale costruzione di una via di accesso a Porto Quadro che protegga la zona di Terravecchia da un pesante ed inutile traffico, diurno e notturno, di attraversamento lungo, tortuoso e pericoloso per i residenti e i loro bambini.
Y) La strada viene identificata nell'area dei futuri servizi portuali dalla quale salendo lungo la collina a nord raggiungerà Porto Quadro rapidamente e senza turbare la quiete deiresidenti.
Z) Al contempo deve essere trovato un accordo tra Comune e lottizzante, per la manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade e relativa illuminazione di Terravecchia, oggi completamente abbandonata a se stessa.
Proporrei di estendere il vincolo ambientale a tutta Terravecchia studiando la possibilità di creare un meraviglioso camminamento attrezzato con un percorso "vita" nell'area summenzionata F4.2.1,con un posteggio di accesso nascosto a sud della zona descritta.
Chiudo il mio accorato appello, invitando gli amministratori ad accrescere la propria consapevolezza sullo straordinario patrimonio naturalistico, che per volere divino gli è capitato tra le mani, e farne tesoro, affinché uno sfruttamento intelligente delle bellezze naturali, si trasformi in un'opportunità di riqualificazione del turismo e nel conseguente ampliamento del tempo delle presenze turistiche.
Santa Teresa è ancora più bella "fuori stagione" quando fiori e colori sono intensi come i suoi profumi e il mare in tempesta offre scenari indimenticabili.



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news