LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Soru: Sull'eolico nessuna retromarcia.
Augusto Ditel
La Nuova Sardegna 8/10/2005

CAGLIARI. Primo: nessuna retromarcia sull'eolico. Secondo: nessun pregiudizio verso l'energia "dolce". Terzo: un no secco a un busi ness facile facile. E' un Renato Soru più cupo del solito quello che fa convocare una conferenza stampa su due piedi, per smentire ripensamenti o una linea più morbida sulle pale che «deturpano il paesaggio della nostra terra». Accanto al presidente, l'assessore Tonino Dessì.
Soru non cita mai Siro Marrocu, ma il suo è anche un messaggio diretto al capogruppo regionale dei Ds che l'altro ieri ha fatto intendere che le rigidità del passato sui parchi eolici erano un errore e che bisognava in qualche modo rivedere la linea, anche alla luce della spada di Damocle rappresentata dalla sentenza che la Corte Costituzionale emetterà il 10 gennaio sulla legge salvacoste che comprende anche il blocco di nuovi impianti che sfruttino l'energia del vento. «La Regione - dice Soru - non è contro l'eolico ma contro la speculazione, contro l'eolico selvaggio e fuori dalle regole».
Le regole, già. Il presidente rivela che queste saranno contenute nel Piano Energetico Regionale che, come conferma Dessì, «sarà senz'altro presentato entro il mese di ottobre». Renato Soru mette l'accento sulla collocazione degli impianti prossimi venturi. «Dovranno essere allestiti nelle zone industriali, a supporto di quelle attività produttive che vogliono abbattere i costi dell'energia».
Un altro concetto riguarda la quantità dei parchi. «Faremo la nostra parte - affermano all'unisono Soru e Dessì -: ospiteremo impianti eolici, senza però doverci sacrificare per conto di tutta Italia nel campo delle energie rinnovabili. Si tratterà di raggiungere una quota, tenendo conto di quanto è stato già realizzato, che è pari a oltre il 50 per cento».
C'è poi un attacco ai possibili speculatori, ai fortissimi interessi che si celano dietro le proposte di insediamento nelle zone più disparate dell'isola. «Produrre energia dall'eolico è la cosa più facile del mondo - sottolinea il presidente della Regione mettendo in guardia da possibili speculazioni -. I costi sono certi perchè certi sono gli investimenti, certa è la produzione in base alle statistiche del vento, il cliente è già individuato così come il prezzo viene già fissato. Si tratta di un mero calcolo finanziario, un business facile che utilizza un bene comune e che interviene nel paesaggio in maniera così gravosa».
Sulla sentenza del Tar che ha ritenuto illegittima una lettera del direttore generale dell'Ambiente alle società impegnate nella costruzione degli impianti, Soru e Tonino Dessì sottolineano che «non si tratta della bocciatura di una nostra legge, i cui contenuti (vincoli e divieti) sono ovviamente confermati, ma del desiderio di mostrare i muscoli, di volere intimidire noiosi sindaci. Si parla di un danno da risarcire. Intanto il Tar, contrariamente a quanto qualcuno ha pensato o sperato, non ci ha condannato a pagare 12 milioni di euro, eppoi il danno non esiste».



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news