LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Arriva il taglia-spese, salta la tassa sul tubo
M. Sen.
Corriere della Sera 15/10/2005

ROMA — n governo mette al sicuro i conti pubblici del 2005, ma toglie anche dalle spine Eni, Enel, Snam Rete Gas e Terna rinunciando alla tassa sulle reti prevista dalla Finanziaria del 2006. Il decreto per la correzione del deficit approvato ieri dal Consiglio dei ministri vale sulla carta 1,9 miliardi di euro, ma grazie allo snellimento delle norme per la cessione degli immobili (che formalmente non porta gettito) potrebbe migliorare i conti 2005 di quasi 3 miliardi. «La manovra ci permetterà di centrare con assoluta certezza il 4,3% di deficit concordato con la Ue» ha spiegato il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti. Fiducioso, come il presidente del Consiglio, sulla ripresa in corso dell'economia. «Ci sono buoni segnali. E con questa manovra non mettiamo le mani nelle tasche dei cittadini», ha detto Silvio Berlusconi.
LE MISURE - Confermato il taglio alle spese dei ministeri, pari al 30% sulle disponibilità residue, misura da cui arriveranno 1.100 milioni di euro. Altri 800 sono previsti dalla rimodulazione dei piani di ammortamento fiscale dei macchinali delle imprese elettriche e del gas. E' la norma destinata a sostituire nella Finanziaria 2006 la famosa «tassa sul tubo» che aveva determinato bruschi scossoni in Borsa per le grandi società elettriche e del gas. Si applicherà a una platea di società molto più ampia (comprese tutte le municipalizzate del gas), ed agendo sul fronte fiscale non inciderà su utili e dividendi.
La nuova articolazione degli ammortamenti «allinea il meccanismo fiscale a quello civilistico. E' l'eliminazione di un privilegio ingiusto» ha detto Tremonti, spiegando che il decreto «non avrà impatto sul conto economico». La norma funzionerà sui conti del 2005 grazie ad un acconto e andrà a regime nel 2006, sostituendo la tassa sulle reti, o grazie al decreto «o con un emendamento alla Finanziaria».
Nel decreto ci sono poi le norme per agevolare le dismissioni di «immobili pubblici già individuati» ha detto Tremonti. L'operazione dovrebbe consentire la cessione di alcuni immobili della Difesa e del Demanio, entro la fine dell'anno, alla società Fintecna, che ha una forte liquidità, pubblica, ma fuori dal perimetro della pubblica amministrazione. L'importo oscilla tra i 500 milioni e il miliardo di euro: dovrebbe compensare almeno in parte l'operazione Scip3 sugli alloggi della Difesa da 1,3 miliardi, destinata a slittare al 2006.
SALE IL PIL - Blindato il deficit 2005 con la manovrina, il governo ora è pronto a giocare sul piano contabile, ma anche su quello politico ed elettorale, la carta della crescita economica. Le aspettative sul prodotto interno lordo del 2005 sono buone, ma le previsioni ufficiali restano ferme a crescita «zero». Anche se al Tesoro, visti anche i dati sull'export (più 6,9% verso la Ue, più 4,3% al di fuori del continente), sono convinti di centrare per quest'anno almeno un più 0,3%.
«Da imprenditore pratico di bilanci, io sorrido sempre sulle previsioni sul bilancio dello Stato. Il deficit è certo, il Pil incerto, 'mater certa, pater incertus', e non lo si è mai incontrato per strada. Ma io sono ottimista sullo stato di salute dell'economia» ha detto Berlusconi. «Molto spesso il dato sul Pil è nascosto, soffre dell'economia sommersa. E qualcuno dice che gode del sommerso: soffre perché non entrano soldi nelle casse dell'erario, ma il Paese ha una ricaduta di benessere, che altrimenti non avrebbe».



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news