LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Le Province e la cultura
Ledo Prato
ARENA - GIORNALE DI VICENZA 14-OTT-2005

In un rapporto pubblicato recentemente sull'economia della cultura è stato evidenziato che le Province, negli anni '90, hanno rappresentato, nel sistema pubblico, i soggetti che hanno destinato maggiori risorse al settore dei beni e delle attività culturali. A conferma di una consapevolezza del proprio ruolo e dell'importanza assegnata a questo settore nelle politiche di sviluppo locale. E questa linea si è andata ulteriormente sviluppando in questi primi anni del terzo millennio, nonostante la nota e crescente riduzione dei trasferimenti da parte del Governo.
Con questa consapevolezza si riuniscono oggi a Verona gli Assessori alla Cultura dell'Unione delle Province Italiane. Ma è proprio la scarsità delle risorse pubbliche che obbliga gli enti locali a ripensare il sistema ài governante di questo settore, strategico per la crescita civile delle comunità locali ma anche per lo sviluppo economico del Paese.
n precedente modello assegnava allo Stato compiti di tutela, valorizzazione e gestione del patrimonio ma anche funzioni di promozione delle attività culturali (dal cinema, al teatro alla musica). In questo contesto le autonomie locali provvedevano alla cura e alla gestione del proprio patrimonio civico e indirizzavano le proprie risorse in direzione dell'offerta culturale locale. Una sorta di divisione dei compiti che ha rappresentato il più grande ostacolo allo sviluppo di questo settore e ha separato il comparto dalle politiche economiche generali, in una auto-referenzialita di cui ancora oggi paghiamo le conseguenze. In nessun altro settore come in questo era così evidente una concezione verticistica e gerarchica del sistema pubblico, una sostanziale diffidenza verso il sistema delle autonomie locali, con qualche nota critica e polemica verso i meccanismi democratici del nostro Paese che legittimano le classi dirigenti ai vari livelli di governo.
Ora sembra che questo modello sia in fase di superamento. Il Codice dei beni culturali sancisce il principio della leale collaborazione fra Stato, Regioni, Province e Comuni, dettando le regole alle quali tutti sono chiamati ad attenersi. La sfida per le Province parte da qui. E il nuovo modello di go-vernante deve superare la vecchia gerarchla istituzionale per inaugurare una stagione nella quale la pari dignità delle istituzioni pubbliche e assicurata da procedure e regole condivise.
Ed ecco quindi la necessità che le Regioni, nell'adottare nella propria legislazione i dettati del Codice non procedano senza una efficace intesa istituzionale con le Province e i Cornimi, a cui va riconosciuto un ruolo decisivo nella riorganizzazione, valorizzazione e promozione del patrimonio culturale. Questo nuovo modello di governante risponde alla esigenza di ricomporre nel territorio compiti e funzioni che favoriscano politiche di integrazione fra i diversi settori che concorrono allo sviluppo locale. In un Paese come il nostro è davvero sorprendente che non ci siano sedi, mezzi e strumenti per una politica coordinata tra valorizzazione dei beni culturali, eventi, spettacolo e promozione turistica.
Il vecchio modello ha contribuito a tracciare un solco sempre più ampio fra questi settori, generando una attribuzione di funzioni assolutamente asimmetrica. Oggi questo modello può essere rivisto se, a partire dal Ministro Buttiglione, si da un impulso all'applicazione del Codice dei beni culturali. Le Province possono essere uno snodo fondamentale di questo disegno in ragione delle competenze ad esse affidate.



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news