LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

«Vietato costruire». Ma l'auditorium da 18 milioni si farà
ANGELO PlCARIELLO
Avvenire 14-OTT-2005

Quell'auditorium non s'ha da fare. Anzi no, si faccia. Il Tar aveva stabilito che quell'opera da realizzare a Ravello, dove per legge non si può aprile neanche una finestra, avrebbe deturpato il paesaggio. Nel paese a cui si gode il più bel panorama della costiera amalfitana si può costruire al massimo, in base agli strumenti urbanistici, un'attrezzatura di quartiere, e un'opera da 400 posti per 18milioni di euro, di cui 7 già stanziati - per progettate la quale è stato scomodato nientemeno che Oscar Niemeyer, l'architetto che disegnò Brasilia - è certo qualcosa di più. Ma il braccio di ferro in atto da anni fra Italia Nostra e Regione sembra proprio destinato a vincerlo Antonio Bassolino, il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso della Regione e annullato la decisione del Tar. Non che il Tribunale amministrativo di secondo grado abbia deciso che lì quell'opera ci sta bene, ha semplicemente eccepito che il ricorso di Italia Nostra è privo di efficacia perché non è stato notificato al Ministero dei Beni culturali. Quando si parla dei tagli alle Regioni si dimentica spesso che nelle aree del Sud classificate come "obiettivo 1" ci sono fondi senza fondo finanziati della Uè per lo sviluppo: il mega piano "Agenda 2000" ha stanziato per il periodo 2000-2006 ben 18mila miliardi di vecchie lire per la sola Campania. Su questi fondi il ritardo - appena il 29% quelli già impiegati a quasi un anno dalla scadenza -spesso si sposa con la fantasia, e il processo democratico che dovrebbe essere alla base di stanziamenti così cospicui non sempre è chiaro. Non c'è traccia, ad esempio, di un deliberato dei comuni della costiera che abbiano deciso, insieme, che dovesse sorgere un'opera del genere, e proprio a Ravello. Com'è nato, allora il progetto? Lo racconta lo stesso anziano architetto brasiliano in un promemoria: «Nel luglio 2000 i miei amici Roberto D'Avila e Domenico De Masi, anche a nome del sindaco di Ravello Amalfitano mi hanno chiesto di progettare un auditorium per Ravello...». De Masi, sociologo romano originario dell'incantevole centro salernitano, è considerato il vero artefice dell'iniziativa. All'inizio ci furono anche polemiche ed editoriali di fuoco contro Bassolino, ma poi si vede che i rapporti, fra i due, sono migliorati, e il progetto dell'auditorium di Ravello ne deve aver riatto beneficio: «Nel maggio 2003 - ricostruisce ancora Niemeyer - ho illustrato personalmente il progetto nella sua versione definitiva al governatore della Campania Antonio Bassolino, al sindaco di Ravello Secondo Amalfitano e al professor Domenico De Masi, venuti appositamente nel mio studio in Avenida Atlantica. La consegna ufficiale del progetto è avvenuta il giorno 28 maggio 2004 alla presenza del presidente Lula». Ora, per l'auditorium di Ravello sarà pure stato coinvolto Lula in persona, ma gli altri 13 comuni della costiera no, eppure il Pit (Piano integrato territoriale) dovrebbe essere al servizio di tutta l'area. In tanti avevano già'nianiféstato perplessità, ma ora è polemica aperta, i sindaci diessini di Positano, Praiano e Cetara oltre a numerosi assessori degli altri 13 comuni - anche sull'onda della dura polemica lanciata contro Bassolino dal leader salernitano dei Ds, Vincenzo De Luca - dicono a chiare lettere che quel progetto passa sulle loro teste, «è un'opera inutile - sostengono - che io voglia costruire». Ma l'auditorium
non aiuta lo sviluppo della costiera amalfitana». «Anche questo caso - dice il capogruppo dell'Udc in Regione, Pasquale Marrazzo -dimostra la gestione personalistica di Bassolino, la sua sensibilità più verso l'immagine, e gli opinionisti, che per lo sviluppo vero. Lo stesso dicasi per i 21 intellettuali, é opinionisti, assunti nel comitato tecnico scientifico della Regione, ingaggiati per circa 7milioni di euro al mese, ciascuno, non si sa per svolgere quale funzione».
Ma intanto Italia Nostra resta sola in questa battaglia di Ravello, che rischia di perdere per un cavillo. Legambiente è favorevole al progetto, i Verdi del salernitano Alfonso Pecoraro Scarno tacciono, anzi Grazia Francescato si è schierata apertamente a favore dell'opera. È sfiduciato anche Vezio De Lucia, l'urbanista che aveva fortemente sostenuto la campagna di Italia Nostra: «Il Consiglio di Satato non ha smentito il Tar di Salerno, che un anno fa aveva sancito l'illegittimità dell'auditorium. Ma per un cavillo, purtroppo, non ci resta che arrenderci. Almeno sul piano amministrativo».



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news