LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Museo, il sogno dura da 20 anni
di GIULIO LADI
13/10/2005 Il MESSAGGERO


ORVIETO - Prigioniero dei contenitori altrui e di quelli propri. Ma anche di autorizzazioni che non arrivano, di impedimenti burocratici infiniti. Il Museo dell'Opera del Duomo sembra la fabbrica infinita, la tela che un giorno si tesse e l'altro si disfa. Ormai sono almeno venti anni che di questa immensa realizzazione - sia per dimensioni che per importanza culturale - si parla ma non si vede la strada per portarla a termine.
Dovrebbe, avrebbe dovuto nascere occupando due palazzi, tutti di proprietà dell'Opera del Duomo: il piano terra e il piano superiore di palazzo Soliano e palazzo Papale. Sembrava facile mettere insieme una puzzle così semplice.
«Dieci giorni fa - dice il presidente dell'Opera del Duomo, Francesco Venturi - l'autorizzazione del comitato di controllo del Ministero dei Beni Culturali per la realizzazione degli accessi al piano superiore di palazzo Soliano, consistente in un ascensore e in una scala. Era l'autorizzazione mancante, dopo il si della Soprintendenza. I lavori sono indispensabili per aprire almeno quella porzione di museo al piano superiore. Ora dovremo trovare un accordo con il Comune perché ci liberi un piccolo spazio al piano terra di palazzo Soliano, occupato dal museo Greco. Spazio per eseguire i lavori e per aprire l'accesso alla sala superiore». Ma per l'intero museo, bisognerà attendere almeno fino al 2011, quando diventerà esecutivo lo sfratto che l'Opera del Duomo ha intimato al Museo Greco che occupa lo spazio al piano terra di palazzo Soliano. Quello spazio è indispensabile per la realizzazione del museo, così come lo è palazzo papale. Il piano superiore di questo è stato liberato da tempo dagli uffici della Soprintendenza Artistica dell'Umbria ma il piano terra è ancora occupato dal Museo Archeologico Nazionale.
«Disposti ad andarcene - hanno detto più volte i vertici della Soprintendenza Archeologica dell'Umbria - ma solo quando avremo a disposizione un altro spazio». E lo spazio più idoneo, condiviso da tutti, è stato individuato in palazzo Crispo, attualmente occupato in parte dal comando della Guardia di Finanza di Orvieto. «Trattative in corso - dice il sindaco - per trovare una soluzione idonea». La quale ci sarebbe all'interno della ex Piave ma per ora non se ne parla. E gli anni passano. Tra l'altro, palazzo Crispo andrebbe ristrutturato e messo in condizione di ospitare un museo importante come quello archeologico nazionale. Ma i soldi ci sono? Servono fondi che potrebbero essere trovati all'interno del progetto di Parco Archeologico. Tra l'altro, palazzo Crispo è tappa fondamentale di quel parco. Situato proprio sopra gli scavi della necropoli di Cannicella potrebbe costituire accesso diretto tra gli scavi stessi e il museo archeologico. «I prossimi impegni - dice Venturi - saranno finalizzati a liberare le sale superiori di palazzo papale». Così da configurare la possibilità che, in attesa di superare gli scogli dei palazzi occupati, almeno le due sale superiori di palazzo Soliano e palazzo papale possano venire aperte. Sarebbe un museo a metà, ma sarebbe, comunque, un museo già in grado di soddisfare le esigenze culturali per la grande importanza delle opere che verrebbero esposte, alcune da anni sparite dalla memoria.







news

20-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 20 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news