LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VENETO: GALAN, VOGLIAMO DIFENDERE ANCHE IL PAESAGGIO CULTURALE
(ASCA)
ASCA, 13 OTTOBRE 2005



- Venezia, 13 ott - Il progetto di politica culturale
che la Regione Veneto vuole realizzare e' stato illustrato
oggi a Palazzo Ferro Fini dal presidente Giancarlo Galan alla
sesta commissione consiliare. In particolare il presidente ha
fatto presente che d'ora in avanti l'amministrazione
regionale comprendera' tra le sue competenze anche la tutela
del ''paesaggio culturale'', dopo l'entrata in vigore del
Nuovo Codice dei beni culturali e del paesaggio. ''Quando
diciamo paesaggio culturale intendiamo dire che e'
indispensabile per ciascuno di noi, per ogni abitante di
questa regione, saper guardare il paesaggio negli uomini e
gli uomini nel paesaggio'', ha spiegato Galan richiamando le
parole del grande scrittore vicentino Guido Piovene. In
collaborazione con gli Enti Locali, le Province, le
Soprintendenze Statali, la Regione si propone una politica
per la tutela del territorio capace di elaborare progetti e
di attuare interventi destinati a ricomporre la morfologia
del paesaggio. Di qui l'adozione di piani paesaggistici che
garantiscano sia uno sviluppo sostenibile che la piu'
rigorosa tutela del patrimonio storico-artistico,
monumentale, archeologico e naturale. Cio' potra' avvenire
anche attraverso la realizzazione di veri e propri interventi
di restauro di parti del territorio, come le cave, dove piu'
evidenti appaiono i segni che hanno deturpato i valori
paesaggistici. Nel Veneto c'e' una realta' territoriale
ampiamente urbanizzata e il progetto di tutela del paesaggio
dovra' quindi prevedere la qualita' delle periferie
industriali, la salvaguardia del verde, reti infrastrutturali
e tutto cio' che possa consentire la presenza e l'attivita'
degli uomini nel paesaggio (parchi, aree protette, orti
botanici e giardini, piste ciclabili, ecc). In questa azione,
Galan ha evidenziato che il Veneto non parte dall'anno zero,
come non si parte dall'anno zero nelle politiche di sostegno
alle grandi e storiche istituzioni culturali: da quelle dello
spettacolo a quelle dedite ad attivita' di ricerca e di
studio. Sono state portate a termine straordinarie imprese
editoriali sulla storia della Repubblica di Venezia e
sull'arte veneta, oltre ad aver promosso la conoscenza di
alcuni tra i nostri maggiori scrittori (Meneghello, Rigoni
Stern, Zanzotto). A proposito della nuova politica culturale
regionale, Galan ha detto che ''si trattera' di un lavoro
impegnativo incentrato nel definire una progettualita' che
tenga presente la qualita' della proposta, la diffusione su
scala regionale e i costi in termini di risorse finanziarie e
organizzative. In tutte queste azioni va incoraggiato
l'affermarsi del rapporto ''cultura e impresa'' che puo'
contribuire decisamente alla nascita di cio' che abbiamo
inteso chiamare Terzo Veneto''. A livello normativo, il
presidente Galan ha anticipato che in tempi brevi la giunta
regionale intende presentare un progetto di riforma delle
leggi regionali in materia di beni e di attivita' culturali,
che evidenzi i principi caratterizzanti l'azione regionale di
programmazione e coordinamento di progetti di medio e lungo
periodo. Si e' pensato inoltre di dedicare al settore dello
Spettacolo una normativa specifica A queste due proposte di
legge, considerate i ''pilastri'' della futura legislazione
regionale di settore, saranno aggiunte altre leggi per
semplificare i processi decisionali. E' il caso di un disegno
di legge per le celebrazioni in occasione di commemorazione
di eventi storici di grande rilevanza o di personalita'
venete di prestigio nazionale ed internazionale.
fdm/mcc/rs (segue)

(Asca)



news

16-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 16 NOVEMBRE 2019

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

Archivio news