LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La crisi della città «stronca» il turismo
La Gazzetta del Mezzogiorno(Taranto), 13 ottobre 2005

Oggi il convegno in programma a Palazzo Ducale






«L'importante convegno sul turismo» in programma oggi a Palazzo ducale «può essere l'occasione per far ripartire una discussione nella città per il suo futuro». Lo sostiene Antonio Scialpi, capogruppo Ds-Ulivo in consiglio comunale. «La crisi di identità di Martina c'è e non può essere un'invenzione. La crisi del sistema politico è profonda specie sul piano della progettazione. Ma c'è una crisi profonda del gusto e soprattutto del sentimento estetico della bellezza. La crisi di Martina è anche la crisi di chi non sa cosa sia il bello, dei ricchi che hanno soldi solo per spendere cattivo gusto.» Alcune considerazioni sulle prospettive: Valle d'Itria e senso del bello, questa è la speranza secondo Scialpi. «Nell'ultima amministrazione di centrosinistra si è dato un esempio concreto di come facendo alleanza nell'enclave della Valle d'Itria, si possono produrre idee, progetti e finanziamenti privati e pubblici per poterli realizzare. Inizia ora il restauro del Palazzo Ducale di Martina (tra l'altro senza una pubblica partecipazione, essendo il bene culturale simbolo), ma quel finanziamento è il risultato anche di un metodo di lavoro comune fra i territori interessati. Uno dei principali eventi culturali della Puglia porta il nome della Valle d'Itria e si distende in vari comuni pugliesi, anche se è prodotto a Martina. Il sistema dei trulli (in verità di quello che rimane di un patrimonio unico sul piano mondiale) richiama investimenti esteri diffusi ed anche pervasivi se si pensi alla facilità con cui diversi cittadini della Valle d'Itria si stanno disfacendo del patrimonio familiare avuto in eredità ed ora consegnato a tedeschi, inglesi, irlandesi ecc. La Regione ha sempre ignorato questo patrimonio sul piano della conservazione e della valorizzazione. Tutto ciò avviene quasi sotto silenzio. Invece, è un fatto dirompente sia sul piano economico-turistico, che su quello culturale. Il patrimonio dei centri storici subisce un ulteriore esodo di popolazione e, a macchia di leopardo, si ripopola o di pizzerie o di proprietà straniere o di momentanei punti di appoggio per il week end o di alberghi orizzontali. Il turismo, non di passaggio, sembra non interessare nessuno o pochi amministratori illuminati destinati ad essere sconfitti perché soli.» Ma ora bisogna ripartire: «dalla valle d'Itria e da ciò che era ed è bello».a.q.

13/10/2005







news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news