LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TAGLI: La serrata di cinema e teatri contro i tagli
13 ottobre 2005 Corriere della Sera, online


Venerdì scioperano tutte le componenti del mondo dello spettacolo

Protesta contro i tagli in Finanziaria. Albertazzi: «Il governo considera la cultura uno spreco». Fo: «Ci ritengono rami secchi»

L'attore teatrale Giorgio Albertazzi, critico verso i tagli al Fus (Ansa).

MILANO - Cinema e teatri chiusi nell'intera giornata di venerdì per uno sciopero indetto dal mondo dello spettacolo, compatto in tutte le sue componenti artistiche, sindacali e imprenditoriali. Nello stesso giorno è convocata una grande manifestazione nazionale a Roma. Al centro delle proteste la nuova Legge Finanziaria, che prevede un taglio del 40% di tutte le risorse pubbliche per lo spettacolo, tra decurtazione del Fondo unico (da 464 a 300 milioni di euro), eliminazione delle quote del gioco del Lotto destinate al settore e minori trasferimenti agli enti locali. Tutto ciò aggravato, secondo gli organizzatori della serrata, da pesanti ritardi normativi che rischiano di determinare il blocco delle attività cinematografiche e la paralisi totale dello spettacolo dal vivo dal prossimo anno. Gli organizzatori temono che i tagli provocheranno una drastica riduzione dell'offerta di eventi al pubblico, metteranno in serio pericolo l'esistenza di circa 5 mila aziende e il posto di lavoro di oltre 60 mila addetti, su 200 mila occupati nel settore.
L'EX MINISTRO - «Dei tagli al Fondo unico per lo spettacolo previsti dalla Finanziaria penso tutto il male possibile», ha dichiarato l'ex ministro ai Beni Culturali Giuliano Urbani. Lo sciopero di venerdì «è la conseguenza - ha aggiunto - di una misura che taglia a tutti indiscriminatamente, mentre andrebbe preferito un criterio di selettività che cerchi di tagliare solo gli sprechi. Spreco ovviamente non è - ha concluso - finanziare il cinema, il teatro e la musica».

FORME DI PROTESTA - Tra le forme di protesta contro i tagli della Finanziaria si segnala quella di una sala cinematografica romana, l'«Azzurro Scipioni», che rimarrà aperta per tutta la giornata di venerdì, ma senza proiettare film. La Scala, il più celebre teatro italiano, ha annunciato l'annullamento del «Barbiere di Siviglia». Adesioni alla serrata non solo nel capoluogo lombardo, ma in tutta Italia. A Cagliari, ad esempio, i sindacati degli operatori dello spettacolo hanno promosso una manifestazione-concerto davanti al palazzo del Consiglio regionale. Il blocco farà slittare anche l'uscita dell'atteso nuovo film di Roberto Benigni, «La tigre e la neve».

«CI GIUDICANO RAMI SECCHI» - Giorgio Albertazzi, tra i più importanti attori teatrali italiani, ha dichiarato che aderirà allo sciopero, convinto che «il taglio sia una cosa inaudita, l'atto di un governo che considera la cultura una spesa e uno spreco anziché un investimento». Gli fa eco il collega Dario Fo: «Hanno tagliato quelli che per loro sono dei rami secchi. Ci giudicano così». Sul fronte del grande schermo, il direttore del Museo del Cinema di Torino, Alberto Barbera, ha commentato: «I tagli al Fondo unico per lo spettacolo sono ridicoli e ingiustificati, non risolvono i problemi strutturali dell'economia italiana e rischiano di condannare al silenzio un settore fondamentale che è anche produttivo».



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news