LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

È l’ora delle mummie
di ANTONELLO DOSE e MARCO PRESTA
Domenica 9 Ottobre 2005 Il Messaggero




BRUTTO periodo per le mummie: quella di Lenin vogliono portarla via dal suo mausoleo nella Piazza Rossa, quella del governatore Fazio vogliono farla sloggiare da palazzo Koch, quella di Pippo Baudo volevano candidarla nelle liste dell'Unione, quella di Similaun è purtroppo oggetto di una singolare contesa.

Il simpatico Oetzi, il cacciatore di 5.000 anni fa ritrovato in ottimo stato di conservazione, migliore di quello del patron di Miss Italia, Enzo Mirigliani, è suo malgrado al centro di una imbarazzante disputa: tre presunti scopritori si contendono una ricompensa di 50.000 euro.

Inizialmente uno degli audaci esploratori aveva chiesto la ragguardevole cifra di 300.000 dollari al Governo Provinciale dell'Alto Adige, ma non esistendo allo stato attuale un listino prezzi delle mummie, la Provincia ha stanziato un budget più limitato.
Sembra che al momento del ritrovamento sulle Alpi del Tirolo ci fosse più movimento che sul corso di Viareggio la sera di Ferragosto: a rivendicare la scoperta sono infatti una coppia di coniugi tedeschi, un'attrice slovena e una signora svizzera, che avrebbe addirittura sputato addosso alla mummia per marcarla col proprio Dna. Purtroppo la signora Sandra Nemeth di Zurigo non aveva con sé un pennarello indelebile con cui , a scanso di equivoci, avrebbe potuto scrivere sulla fronte della mummia «Sandra è stata qui, Franz ich liebe dich».

Non sappiamo come andrà a finire questa sgradevole controversia: una bella cifretta fa gola a tutti e , per di più, l'attrice slovena Magda Mohar Jarc, qualora le venisse riconosciuta la paternità del ritrovamento, vorrebbe che Oetzi recitasse al suo fianco nella nuova fiction “Una mummia in Famiglia”.
Ora si teme che altri personaggi in ristrettezze economiche si facciano avanti per cercare di accaparrarsi i 50.000 euro: sembra che Lapo Elkann, ad esempio, affermi che la mummia di Similaun sia stata investita sulle Alpi da un suo antenato a bordo del primo prototipo in pietra della nuova Punto. Il manager Stefano Ricucci, invece, ha detto: «Sono stato io a ritrovarla durante la scalata alla Rizzoli. Mi impressionò subito l'incredibile somiglianza con Fiorani, tant'è vero che gli strillai “A Giampie', ma che stai a fa lì per tera, alzati che prendi freddo”! E' evidente che la ricompensa spetta a me!». La contessa De Blanc, a sua volta, ha dichiarato in una breve intervista di aver conosciuto Oetzi durante una settimana bianca e di aver avuto anche un breve flirt con lui.

Una buona notizia e una speranza per tutti i cercatori di mummie arriva dai climatologi: i ghiacciai si stanno sciogliendo con grande rapidità e molto presto salteranno fuori salme essiccate in abbondanza per tutti, anche se questo renderà più popolari i prezzi dei reperti. Visto il grande interesse e la contesa spasmodica che la mummia di Similaun sta suscitando, Marco Pannella e Vittorio Sgarbi si sono recati su un ghiacciaio alpino, onde rannicchiarsi e farsi scoprire fra qualche millennio da qualche formazione politica, dato che attualmente non se li fila nessuno.
Speriamo che la lite sorta per biechi motivi d'interesse e su cui ora dovrà pronunciarsi la Corte di Appello di Bolzano non faccia dimenticare i grandi, importanti valori che Oetzi rappresenta per tutti noi: in fondo, di mummia ce n'è una sola.



news

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news