LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La chimica aiuta l'arte con le nanotecnologie
Emanuela Capuano
Avanti, 10 ottobre 2005

MILANO - Le nanotecnologie al servizio del recupero delle opere d'arte. È stato questo uno degli argomenti principali del convegno "La chimica aiuta l'arte: nuove metodologie per il recupero, la salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio culturale", svoltosi a Rich-Mac, rassegna internazionale della chimica e delle apparecchiature per analisi, ricerca, controlli e biotecnologie, terminata lo scorso 7 ottobre a Fieramilanocity. È stato fatto il punto sulle avanguardie del settore con alcuni tra i maggiori esperti. Tra questi il professor Piero Baglioni, dell'università di Firenze, impegnato con i suoi collaboratori nel recupero dei dipinti di Piero della Francesca (nella foto "La battaglia di Costantino e Massenzio"), del prestigioso vascello Yasa di Stoccolma e dei murales Maya di Calaknul. "Da circa sette anni utilizziamo tecniche basate sulla dispersione di nanoparticelle in un solvente - ha spiegato Baglioni - e questo ci consente di ripristinare, soprattutto negli affreschi, la materia inorganica, perché queste nanoparticelle non fanno altro che rispettare chimicamente la composizione del dipinto". In sostanza, la parte "malata" viene bagnata con il liquido e "l'opera d'arte, in poche parole, guarisce e risulta ripulita", ha spiegato Baglioni. Il successo di questa tecnica ha portato il gruppo dei professori e ricercatori dell'università fiorentina ai vertici mondiali delle tecniche chimiche applicate al mondo del restauro. "Affreschi, dipinti a olio, libri antichi e legno: abbiamo risolto quasi tutti i problemi più importanti", ha spiegato Baglioni. Il prossimo passo? "Fare qualcosa sui sistemi intelligenti, cioè lavorare sugli effetti di sostanze in grado di cambiare i meccanismi di solubilizzazione dello sporco mediante sollecitazioni termiche o luminose". Ad esempio, nei dipinti a olio, dove finora si sono utilizzati dei solventi, si sta mettendo a punto l'utilizzo di una nuova tipologia di gelatina, meno invasiva e più efficace. Secondo l'Unesco, più del sessanta per cento del patrimonio culturale artistico e architettonico del mondo si trova in Italia; una ricchezza inestimabile che va gestita e salvaguardata. La scienza, in particolare la chimica e la fisica, oggi contribuiscono alla tutela delle opere d'arte attraverso tecniche diagnostiche in grado di monitorare lo stato di fatto di un bene artistico indipendentemente dalla sua base materica. Con questo convegno, come è stato sottolineato, la rassegna Rich-Mac ha voluto evidenziare l'importanza della chimica a sostegno della valorizzazione delle opere d'arte.



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news