LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

In Barba alla crisi: cos il teatro si fa motore economico
Donatella Bertozzi
Il Messaggero 10/10/2005

ROMA - Mentre si alzano echi di guerra da tutto il mondo del teatro e Giorgio Albertazzi e Dario Fo, aderendo allo sciopero proclamato per venerd 14 ottobre, parlano di situazione "umiliante", al teatro Valle, piccola roccaforte dell'Eti, di fronte a una platea fitta ed eterogenea, Eugenio Barba, regista e demiurgo del celebre Odin Teatret, racconta ancora una volta la bella storia del postino di Olstebro che, eletto sindaco, per salvare il suo paese dall'abbandono, ebbe il coraggio di credere nella cultura, ospitando una compagnia di attori e sfidando l'opinione pubblica che voleva cacciarli, riuscendo a trasformare
lo sconosciuto paesino danese in un grande e florido centro conosciuto in tutto il mondo.
Accanto a lui il ministro Buttiglione sorride sornione. Ha appena ribadito che se non rientrano i drastici tagli previsti dalla finanziaria presenter le dimissioni e questa storia del postino borgomastro, che sanno a memoria tutti i sostenitori di Barba e dell'Odin, sembra proprio sfornata dal cugino Eugenio per servire alla battaglia del ministro-filosofo.
Eugenio Barba e Rocco Buttiglione, si scopre infatti - nel primo di una serie di incontri pubblici proposti dall'Eti e dal Ministero - sono cugini primi: Da bambino, a Gallipoli - ricorda Barba - avevo una zia molto bella. Quando mia madre rimase vedova questa mia zia, Liliana, ci accolse in casa sua e suo marito, zio Pasquale, divenne per me un punto di riferimento. Liliana e Pasquale erano i genitori di Rocco. Che ho incontrato la prima volta solo molto dopo, quando un gruppo di Comunione e Liberazione ha invitato la nostra compagnia.
Non vero - lo contraddice il Ministro - ci siamo incontrati molte volte, molto prima, solo che ero solo un ragazzino e all'epoca, al Sud, i ragazzini in famiglia non contavano niente. Ma io me lo ricordo molto bene, e ricordo tutti gli articoli di giornale che ci leggeva sua madre e i suoi libri, che lei mi prestava. L'ultimo - che non le ho mai restituito - si intitolava "Verso un teatro povero" e ho idea che di questi tempi potrebbe tornarmi utile. La battuta suscita qualche ilarit sincera e qualche dissenso: C' poco da ridere, si sente dire dalla platea.
L'incontro fra il ministro cattolico, e il regista, innovatore radicale e non credente, va avanti per circa un'ora. Barba conferma le sue doti di incantatore ma anche il politico sa conquistare e mantenere l'attenzione del pubblico: ribadisce la convinzione che la cultura e il teatro siano strumenti indispensabili di salvaguardia della dignit umana. Argomenta nei termini che gli sono congeniali, da filosofo cattolico: parla di famiglia, di citt, di cultura come matrice del senso di appartenenza a un popolo, contro l'individualismo. Si lascia andare anche a quello che chiama "un piccolo spot politico": Il turismo rappresenta il 10% del nostro Pil. Ma non riusciremo neppure a spiegare ai turisti perch debbano venire a visitare i nostri monumenti, se noi per primi non li conosciamo e non li amiamo.



news

13-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news