LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Antiquariato, girandola d'affari - L "Alzaia" venduto a 5 milioni
MARA AMOREVOLI
08/10/2005, La Repubblica, Firenze

Il capolavoro di Telemaco Signorini stato acquistato da un collezionista americano


IL BRONZO settecentesco di Piamontini, con il Sacrificio di Isacco, proveniente dal ciclo voluto da Maria Luisa de' Medici per il suo appartamento a Palazzo Pitti ed esposto dal gallerista Carlo Orsi, stato venduto ad un collezionista milanese per 1,5 milioni di euro. Due dipinti di Canaletto in mostra da Lampronti se ne sono andatiper5milionidieuro. L'Alzaia, capolavoro di Telemaco Signorini, battuto da Sotheby's lo scorso anno per4,5 milioni di euro, lascer il gallerista londinese Jean-Luc Baroni verso la dimora diun privato americano che lo ha acquistato per 5 milioni di euro. Cifre da capogiro per le prime vendite alla Biennale internazio
nale dell'Antiquariato, in corso a Palazzo Corsini fino a domenica prossima. E sono molte anche le trattative in corso, con cifre altrettanto strabilianti, come la Veduta di piazza del Laterano di Bernardo Bellotto, esposta dal fiorentino Moretti per 3 milioni e mezzo di euro.
Domanda d'obbligo magari scontata: chi compra a queste cifre? I collezionisti italiani e stranieri, per il piacere dipossede-
re un'opera d'arte di valore, senza dimenticare che una forma d'investimento mai mutata nel tempo spiega l'antiquario milanese Francesco Piva, che ha appena venduto (prezzo top secret) ad un professionista un grande quadro orientalista del 1870, che raffigura un mercato di schiavi in
Marocco.
Insomma intorno alla Biennale fiorentina, quest'anno ancora pi galleria-museo di autentici pezzi scelti e rari, si avvertono segni di ripresa del mercato antiquario. La clientela in parte cambiata: Meno gente e ma pi qualificata- insiste Piva- per un mercato che assorbe soprattutto dipinti e sculture, mentre mobili e arredi si scontrano con la nuova moda minimalista, con un cambiamento di costume. Siamo soddisfatti -commenta Giovanni Pratesi appena riconfermato per il sesto anno presidente dell'Associazione antiquari d'Italia- C' molto interesse, soddisfazione per gli elogi dei visitatori che ci confermano la centralit internazionale di Firenze, dopo Maastricht e Parigi. I collezionisti pi importanti ci stanno premiando, sono venuti tutti. Sono state presentate opere davvero importanti, la soprintendenza fiorentina su 3.000 pezzi in mostra, sta facendo le sue verifiche dinotificasu300 pezzi, ma ci sono solo una ventina di giudizi ancora sospesi. Promesse di vendite, trattative ancora in corso fino a domenica, ultimo giorno di apertura della rassegna a Palazzo Corsini. Con la possibilit ancora aperta che alcune opere possano essere acquistate da qualche museo fiorentino e nazionale. Intanto stasera per i fiorentini e turisti si terr il consueto spettacolo sul lungarno Corsini, con fuochi di artificio musicali preparati dalla ditta Soldi di Figline Valdarno.



news

23-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 23 giugno 2019

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

Archivio news