LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Il FAI restaura, non demolisce
GIULIA MARIA MOZZONI CRESPI*
LA REPUBBLICA SABATO 8 OTTOBRE 2005




Caro Direttore, ho letto con interesse l'intervista a Renzo Piano, pubblicata sulle pagine della Cultura di Repubblica lo scorso 3 ottobre, riconoscendovi in molti passaggi un comune sentire e la stessa convinzione che, per l'Italia, la bellezza del paesaggio costituisca una delle principali risorse, anche economiche.
L'architetto Piano, tuttavia, attribuisce al Fai un costume che davvero non gli appartiene, laddove afferma che: L'idea inglese, seguita di recente dal Fai, quella di acquistare gli orrori e poi demolirli. Per non bisogna essere integralisti: non credo che questa sia l'unica soluzione, perch assieme alle pietre esistono le persone, e un brutto capannone pu anche dare lavoro o riparo. Per non ingenerare confusioni, desidero precisare che il Fai non ha mai acquistato e demolito ecomostri (anche se ha plaudito alle, ahim poche, demolizioni di brutture che sono state effettuate). Il nostro contributo alla salvaguardia del paesaggio passa attraverso l'acquisizione - tramite donazione o comodato - di beni architettonici o naturalistici degradati, abbandonati o anche travolti dall'incuria, che restauriamo col preciso obiettivo di restituirli alla collettivit e quindi di consegnarli alle future generazioni. Siamo, infatti, convinti che il solo modo per diventare sensibili alla difesa del bello (e quanto ha ragione Renzo Piano quando dice che in Italia pochissimi lo sono!) sia quello di vivere la bellezza, condividerla, riconoscerla e dunque amarla e difenderla.
E a questo scopo che restauriamo i nostri beni con la massima attenzione e con il massimo rispetto per la loro antica bellezza e per il paesaggio che li circonda, facendo poi in modo di non trasformarli in musei senza vita, ma aprendoli alla comunit con mille occasioni di svago e col fine ultimo di rendere pi consapevoli gli uomini di quanto beneficio dia la bellezza e quanto meriti di essere tutelata.
Ecco perch, proprio in relazione al giusto riconoscimento assegnato a Renzo Piano e all'importanza di un premio concepito in difesa del paesaggio, mi sembra tanto pi inconcepibile lo sfregio irrimediabile che in una regione illuminata come il Piemonte si sta per compiere con il progetto del Millenium Canavese. Un angolo fra i pi belli e intatti del Canavese, rappresentato dalla Conca compresa fra Albiano di Ivrea e Caravino - oltre 60 ettari di mirabile e armoniosa campagna - sar trasformato in un gigantesco parco divertimenti, con annessi centro commerciale, albergo, multisalacinematografica e via elencando.
Ha ragione Renzo Piano quando dice che un brutto edificio si pu anche trasformare e migliorare con pochi interventi: non possiamo usare le ruspe dappertutto. Ma potremmo, per, rispettare la bellezza dove ancora si preservata integra e lasciare libero il paesaggio.
*Presidente Fai - Fondo per l'Ambiente Italiano



news

14-08-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 14 agosto 2020

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news