LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Museo archeologico privato a Linz, denunciato 82enne "re dei cocci"
Repubblica online
07/10/2005, La Repubblica online

Austria, un ex della Wermacht organizzava tour nel Lazio
Riportati in Italia 600 pezzi etruschi, trovati altri 3000 reperti

L'uomo si difende dicendo di aver "salvato un tesoro"


Rupert Aichmeir, l'anziano denunciato in Austria
ROMA - Militare della Wermacht nella seconda guerra mondiale, titolare di un'agenzia turistica, direttore di un museo privato archeologico a Linz, in Austria. Fuorilegge. Dalle sua mani sono passati, negli ultimi decenni, almeno tremila reperti archeologici trafugati dalle zone di Crustumerium, antica citt latina in provincia di Roma. Con la complicit di circa cinquanta tra "tombaroli", ricettatori, acquirenti e fiancheggiatori, l'ottantaduenne austriaco Rupert Aichmeir si era guadagnato l'appellativo di "re dei cocci" ma per molti il suo nome di battaglia restava "Mozart", come lui, originario della terra del musicista. Seicento pezzi tra anfore, vasi etruschi e statuette sono stati recuperati dai carabinieri per la tutela del patrimonio culturale ma altre migliaia di reperti sospetti sono stati scoperti in depositi sparsi in un raggio di chilometri intorno alla citt di Linz.

In prigione, il "re dei cocci" non c' finito perch troppo anziano: stato semplicemente denunciato, ma cinque suoi stretti collaboratori, tutti italiani con precedenti penali per scavi abusivi, sono stati accompagnati a Regina Coeli e rischiano fino a sette anni di carcere.

Lui, il vecchio leader dell'organizzazione, quando stato fermato nel marzo scorso dai carabinieri aveva in macchina un borsone verde dove nascondeva, sotto profumati limoni e bottiglie d'olio d'oliva, un paio di statuette appena rubate da uno scavo in Toscana. Di solito per, i preziosi esemplari li importava in Austria sui pullman usati dalla sua agenzia turistica specializzata in tour archeologici nei paesi della vecchia Etruria.

Li ripuliva nel suo laboratorio di casa e, se necessario, provvedeva personalmente anche al restauro; poi li esponeva fissando i prezzi al pubblico con l'aiuto dei listini delle case d'aste. Era convinto di essere una sorta di "salvatore del patrimonio archeologico", come ha detto al microfono di una televisione austriaca: "Gli italiani - ha spiegato - non erano in grado di occuparsi di quei tesori; per fortuna li ho salvati io".

(7 ottobre 2005)



news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news