LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Spazio ai privati nei musei
Antonello Cherchi
Il sole 24 ore 8/10/2005

ROMA. Pi spazio ai privati nella gestione dei servizi dei luoghi d'arte. La prospettiva quella di progetti integrati, che insieme al grande museo valorizzino anche i siti meno famosi, grazie a concessioni della durata di nove anni, a un aggio sui biglietti pi favorevole, a un rapporto tra lo Stato e i con-cessionari che diventa pi dinamico, di partnership.
L'evoluzione della legge Ronchey la prima che ha aperto i monumenti alla gestione privata contenuta in una circolare firmata l'altro ieri dal ministro dei Beni culturali, Rocco Buttiglione, e inviata alle soprintendenze. Il documento contiene le linee, gi accennate dal Codice dei beni culturali, che dovranno essere seguite a partire dai prossimi bandi di gara per l'assegnazione dei servizi dei luoghi d'arte.
■ La progettualit. I privati non devono pi limitarsi alla gestione passiva e separata dei singoli servizi aggiuntivi, ma sforzarsi di offrire un insieme organico di prestazioni di accoglienza, tali da migliorare l'offerta culturale e, in prospettiva, l'afflusso di visitatori agli istituti e ai luoghi di cultura. Questo l'obiettivo che si deve perseguire con le nuove concessioni.
Dunque, non pi la frammentazione delle gestioni: a una societ la biglietteria, all'altra il merchandising, all'altra ancora i punti di ristoro. necessario cambiare prospettiva e favorire l'affidamento congiunto a un unico concessionario del sistema integrato dei servizi di biglietteria e di pulizia (compresa la manutenzione di eventuali aree verdi del sito) e dei servizi aggiuntivi, integralmente considerati, ivi incluso quello di bar-ristorazione e di organizzazione di mostre e iniziative promozionali.
Non solo, l progetto di gestione e valorizzazione deve essere anche pi ampio, cercare di affiancare a beni e siti di maggiore rilevanza, anche beni e siti cosiddetti "minori", collocati in centri urbani pi piccoli e periferici. Insomma, dare vita a un vero e proprio marketing culturale del territorio.
Questo non significa che sia definitivamente preclusa la possibilit di affidare ai privati singoli servizi, ma tale soluzione, da considerare con disfavore come extrema ratio, pu essere adottata solo a seguito di infruttuoso esperimento della gara per l'aggiudicazione complessiva dei servizi.
■ Concessioni pi lunghe. Ora la durata della concessione di quattro anni, rinnovabile di altri quattro. Il rinnovo , per, subordinato alla valutazione della soprintendenza. Le nuove regole prevedono, invece, gestioni di nove anni, che consentono ai privati un maggior respiro nella predisposizione e realizzazione del piano d'impresa.
Altro elemento che gioca a favore dei gestori l'aumento dell'aggio sui biglietti venduti, stabilito attualmente nel limite massimo del 15% e che, invece, aumenterebbe al 30 per cento. Si tratta, tuttavia, di una quota non predefinita, nel senso che la fissazione dell'aggio lasciata alla dinamica delle offerte presentate al momento della gara.
Le mostre. Il progetto presentato dal concessionario pu contemplare anche l'organizzazione di mostre ed eventi culturali, oltre che di attivit promozionali.
L'obiettivo di utilizzare al meglio le capacit imprenditoriali e gestionali dell'impresa privata, mettendole al servizio delle scelte culturali e scientifiche, che spettano invece alla soprintendenza. L'ottica , dunque, quella di una maggiore collaborazione tra Stato e privati, ai quali inoltre lasciata la possibilit di reperire risorse esterne, mediante contratti di sponsorizzazione.



news

17-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news