LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TAGLI ALLO SPETTACOLO: agghiacciante:tagliano la cultura per tenerci ignoranti
di Salvatore Accardo
L'Unit, 07/10/2005

IL MUSICISTA Cos fanno fuori i giovani

agghiacciante. Quello che sta succedendo e che si prefigura con i tagli allo spettacolo semplicemente un massacro. Per tutta la cultura, ma in particolare per i giovani: gi sono in difficolt pazzesche, ma non avranno pi nemmeno la possibilit di esprimersi, di farsi sentire. So e parlo dei giovani musicisti, ma un massacro che non investe solo la musica, investe tutto, il teatro, la danza, e sono le nuove generazioni a venir tagliate fuori. il pi grande attacco terroristico della nostra storia recente, mai visto in ben 35 anni di convivenza dei cittadini e delle istituzioni con attentati e azioni violente di ogni tipo. Il cambiamento politico conseguente alle elezioni generali ha poi contribuito al succedersi di numerosi fenomeni destabilizzanti che hanno avuto un'influenza diretta e definitiva sulla societ spagnola.

Prendiamo le istituzioni concertistiche: cercano di risparmiare sui giovani per organizzare concerti con artisti di nome, ma questi costano e non hanno cos bisogno di farsi conoscere, mentre chi inizia ora ne ha un bisogno disperato. E le nuove compagnie teatrali? E i laboratori? Saranno spazzati via. un problema di ricambio generazionale e di idee, ma non solo: altri colleghi e io insegnamo, ma cosa insegnamo a questi ragazzi che non avranno nessuna opportunit? Generiamo disoccupati. Lo trovo pazzesco. Dobbiamo anche chiederci da dove arriva tutto ci. Una risposta arriva dal fatto che in Italia c' stata sempre un'ignoranza smisurata sulla musica, non si insegna a scuola, e questa mancanza gravissima si ripercuote su chi ci governa che portato a non capirne niente, non solo di musica, ma anche di cultura. Non si diventa colti e curiosi per folgorazione divina: senza un'educazione adeguata nelle scuole siamo tutti fregati. E temo, inoltre, che cos facendo le prossime due generazioni non potranno nemmeno sapere (e quindi gustare) cos la musica classica. E ancora: non vorrei essere troppo pessimista, ma mi pare che si voglia minare deliberatamente la cultura e generare degli ignoranti. Se la scuola va come va, se le istituzioni concertistiche chiudono - un centinaio ha gi chiuso, quante seguiranno? - se i teatri non potranno coltivare compagnie giovanili n orchestre,mi sorge un dubbio: si fa apposta? Una democrazia che si rispetti deve basare tutto sulla cultura, la cultura la base di un popolo. Come possibile che questo non venga capito?Allora mi chiedo: tagliano la cultura e lo spettacolo per avere gente che non capisce e non si pone domande? un paradosso, una provocazione, ma quello che mi viene in mente quando apprendo di questi tagli. Per la cultura con la C maiuscola i soldi non si trovano mai.



news

13-07-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 luglio 2019

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

Archivio news