LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

BARI: Non lasciamo morire i nostri teatri: Un forum al Petruzzelli sul futuro dei nostri teatri
ALBA SASSO*
04/10/2005, La Repubblica, Bari




CARO DIRETTORE, che peccato. Rischia di chiudersi frettolosamente, sotto la mannaia della legge Finanziaria, un dibattito importante che, da alcune settimane, sta occupando addetti ai lavori e cittadini, intorno al tema del futuro dei teatri baresi, del loro utilizzo, ingenerale delle prospettive del lavoro culturale nella nostra terra. La garrota stretta attorno al Fondo Unico dello Spettacolo, il taglio ai contributi del Lotto, rendono le prospettive di tutta l'attività culturale dense di nubi e di preoccupazioni. Di colpo, il dibattito sull'uso del Margherita e degli altri teatri, assume un tono vagamente surreale. Di cosa parliamo? DI UNA ricostruzione che si fa sempre più lontana, di monumenti al nulla che sembrano destinati a occupare uno spazio di testimonianza, dell'indifferenza di governi nazionali al loro destino, e delle conseguenti e sempre più drammatiche difficoltà dei governi locali. Peccato, perché il dibattito sembrava finalmente volare oltre gli sterili rivendicazionismi, le gelosie eie rivalità tipiche del mondo delle arti, per confrontarsi su prospettive e proposte finalmente concrete. Anche se la ricostruzione dei teatri è strada impervia e tutta in salita. E inviterei a non dar nulla per scontato.
Per stare al dibattito avviato su queste pagine, mi sembra ormai chiaro che, quando saranno ultimati i lavori dei restauri, a nessuno sarà consentito mettere il cappello su questo o quel teatro. Nessuno potrà rivendicare una esclusività d'uso. Non potrà esserci il teatro mio, o nostro, ma quello di una città e del suo sistema culturale (se sarà riuscita a darsene uno). La stessa proposta di fare del Margherita una Casa della danza, così come è stataformulata, mi sembra vada nella direzione di coltivare per
ciascuno spazio quella sorta di "vocazione particolare" che da tutti è riconosciuta: prosa al Piccinni, danza al Margherita, lirica al Petruzzelli, musica all'Auditorium. Al tempo stesso occorre prendere consapevolezza che proprio questi ambiti così definiti permetterebbero di sviluppare un sistema-spettacolo che riesca, in ognuno di questi contenitori, a sviluppare tutte le interazioni possibili, evitando ogni forma di ghettizzazione, sia pure nobile e artisticamente scintillante. Il dibattito ha svelato che esistono le forze, e le intelligenze, per superare localismi, ritardi e incapacità progettuali. C'è voglia di fare rete, non solo di parlarne nei convegni. C'è consapevolezza che le diversità sono una ricchezza straordinaria da mettere a frutto. C'è bisogno che lo spettacolo e la cultura diventino, nella consapevolezza di tutti, una grande possibilità di sviluppo per la nostra terra insieme col turismo. Credo sia ancora più urgente rilanciare un appello già rivolto agli imprenditori baresi. Ci sono le idee, ci sono i soggetti protagonisti, una generazione di giovani che operano con passione straordinaria. Investire in questo settore non è un avventura, è una intelligente
operazione imprenditoriale, e non si capisce il perché di esitazioni e timidezze. Le banche,le fondazioni, le associazioni di categorie produttive devono riuscire a cogliere le straordinarie opportunità che si offrono loro. I tagli del governo, certo, rendono più difficile, ma anche più affascinante una sfida che è quella di un nuovo Mezzogiorno.
Tanti in questa nostra terra non sono disposti malinconicamente ad accettare che sia possibile vivere senza teatri, senza musica, senza danza. Ma bisogna agire ora e subito. Trovare strade per rispondere aunbrutto pugno in faccia. Una grande manifestazione di tutti gli artisti pugliesi, al Petruzzelli, sarebbe il modo migliore di incominciare a realizzare questi progetti. E anche un momento di verifica, tra chi vuole, e chi no, far vivere la cultura nella nostra terra.
*deputato Ds



news

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

Archivio news