LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Anas, l'ora degli architetti
Giorgio Santilli
Il Sole 24Ore, 4/10/2005

Al via i bandi per due ponti sull'Arno e un tratto della Sa-Rc
Al primo concorso hanno partecipato star internazionali e professionisti emergenti

ROMA Entra nella fase finale il triplice concorso di architettura indetto dall'Anas per i due ponti sull'Arno a Firenze, per il progetto architettonico ambientale del tunnel del passante di Mestre, per il progetto di rinaturalizzazione e valorizzazione paesistica di un tratto della Salerno-Reggio Calabria comprensivo di un museo autostradale. Su quest'ultimo tema si assister al confronto fra due studi "under 40" ormai affermati dell'architettura contemporanea italiana, Archea del fiorentino Marco Casamonti e i napoletani Corvino+Multari, mentre il terzo finalista l'associazione temporanea guidata da Giorgio Finotti.
Le domande presentate per questo progetto erano state trenta. Casamonti ha appena vinto il concorso per la torre di Tirana battendo Boles+Wilson (si veda Il Sole-24 Ore del 27 settembre) mentre Corvino+Multari hanno al loro attivo, fra i progetti realizzati, il restauro del grattacielo Pirelli a Milano. Altra gara di sicuro interesse, con architettura e ingegneria strettamente alleate, quella per il tunnel di Mestre: fra le 14 proposte sono state ammesse quella di una figura storica dell'architettura italiana, Alessandro Anselmi, in partnership con Umberto Sgambati (Proger), che garegger contro Ove Arup (International e Italia) e il gruppo veneziano Thetis-Ugo Camerino.
Per i due ponti sull'Arno, infine, le tre proposte selezionate fra le 51 presentate sono quelle della societ di ingegneria austriaca A. Pauser, guidata da Gerald Foller, un trio di fama internazionale costituito da Francis Soler, Nicholas Green e Michelle Desvigne, e un gruppo di professionisti torinesi guidati da Silvano Vedelago.
Star internazionali, giovani emergenti, figure storiche dell'architettura e dell'ingegneria italiana, nomi meno noti daranno vita al confronto finale di un'esperienza storica per l'Anas. Si tratta infatti del primo concorso di
architettura che la societ guidata da Vincenzo Pozzi abbia mai indetto, dopo anni di disattenzione agli aspetti architettonici dei progetti stradali. vero ammette Mario Virano, consigliere di amministrazione dell'Anas e presidente della commissione internazionale del concorso che dopo l'esperienza dei primi anni del dopoguerra, quando a progettare le strade venivano chiamati Nervi, Morandi, Musumeci, Zorzi, negli anni '70 c' stata una drammatica caduta di attenzione agli aspetti architettonici e di inserimento nel paesaggio: un fenomeno che ha contribuito non poco alla caduta del concetto di strada, alla perdita di autostima di tutti i soggetti chiamati a realizzare strade e infine alla criminalizzazione dello stesso concetto di strada. Viadotti orrendi, pile dei ponti conficcate negli alvei dei fiumi, ponti senza un'attenzione architettonica: tutto questo mentre altri Paesi trovavano un'iconografia potentissima, penso ai ponti di Santiago Calatrava in Spagna, e la affermavano come un successo mondiale.
Virano che architetto l'artefice di questo salto di qualit dentro l'Anas, che punta a una maggiore qualit progettuale, ma anche al superamento di steccati professionali, come quelli fra architetti e ingegneri. Argomenti che richiamano il gravissimo gap delle infrastrutture italiane in termini di progetto architettonico. Una polemica recentemente lanciata da Pio Baldi, direttore della Dare (Direzione per l'architettura e l'arte contemporanee del ministero dei Beni culturali (si veda II Sole-24 Ore del 14 settembre). Baldi denunciava la scarsa attenzione al progetto architettonico e all'inserimento ambientale da parte di chi realizza infrastrutture in Italia e, pur non contestando la necessit di realizzare il Ponte sullo Stretto, ne rilevava la forma grottesca e l'assenza di attenzione al progetto architettonico. Non posso che concordare con Pio Baldi, dice ora Virano.
Dopo i concorsi di architettura per le stazioni dell'alta velocit, i concorsi dell' Anas sono, in effetti, la prima esperienza di attenzione delle infrastrutture all'architettura. Ora importante dice Virano chiudere l'esperienza positivamente, con la scelta dei vincitori e la realizzazione delle opere. Come conferma il calendario: il 21 ottobre ci sar il seminario con i progettisti finalisti, il 20 gennaio il termine per la presentazione delle proposte finali, il 20 febbraio verranno proclamati i vincitori.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news