LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Getty. Restituiti all'Italia tre reperti trafugati
Tony Zermo
La Sicilia, 4/10/2005

Ma il Paul Getty museum si tiene strette ben altre opere rubate in Sicilia: per l'ex direttrice processo a Roma
Il museo di Los Angeles ha comprato tesori scoperti in Sicilia dai tombaroli, compresa la famosa statua della Venere di Morgantina.

La battaglia per la restituzione delle opere d'arte trafugate in Italia, ripulite in Svizzera e rivendute ai musei americani continua. Il Paul Getty museum di Los Angeles il maggiore indiziato, ma nemmeno il Metropolitan museum di New York innocente. Il Paul Getty, un po' per ripulirsi la coscienza, ha annunciato la restituzione di tre reperti all'Italia, sono un cratere firmato da Asteas, pittore di Paestum, che raffigura una scena mitologica con Europa, una epigrafe greca di Selinunte e un candelabro etrusco in bronzo.
Nel 1999 era stato restituito al museo di Valle Giulia a Roma un vaso dichiarato di valore inestimabile e che sarebbe stato comprato nell'86 dieci miliardi di lire: almeno cos dichiar il Paul Getty. Ma si tratta sempre di ben poca cosa rispetto a quanto trafugato: su 104 opere che il museo definisce capolavori ben 54 provengono da scavi clandestini in Italia e soprattutto in Sicilia. Tra questi la famosa Venere (o Afrodite) di Morgantina, una statua alta oltre due metri venduta al museo nel 1988 per quasi venti milioni di dollari.
Tra poche settimane si aprir a Roma il processo contro la direttrice del Paul Getty, Marion True, accusata di avere acquistato preziosi reperti pur sapendo che erano provenienti da scavi clandestini. La stessa True qualche anno fa mi scrisse una lettera in cui chiedeva se era vero quel che un vecchio tombarolo di Agira mi aveva confidato in un'intervista pubblicata su La Sicilia: e cio che la Venere di Morgantina non era una statua intera, bens un aerolite che quindi di marmo aveva soltanto testa, mani e piedi, autentici, ma ovviamente scomposti (all'epoca si usava cos perch il marmo costava molto). La statua venne realizzata prendendo del calcare vicino al tempio di Selinunte e assemblando tutti i pezzi con l'aggiunta di torace, stomaco e gambe. Forse Marion True si sentiva raggirata dai tombaroli ennesi e dagli intermediari? Comunque non le risposi, sia perch non potevo giurare su una cosa rivelatami da un altro, cio dal tombarolo, e quindi non di mia diretta conoscenza, e sia perch non volevo essere impelagato in una diatriba che mi riguardava molto marginalmente.
Marion True si dimessa l'altro giorno dal Paul Getty perch coinvolta in uno scandalo: avrebbe comprato una casa nell'isoletta greca di Paros con 400 mila dollari pervenuti tramite un amico greco, Christo Michailidis, abituale fornitore di reperti trafugati. La True lamentava di non potere avere prestiti dalle banche, n americane e n greche, e per questo si sarebbe rivolta al trafficante, il quale si era messo subito a disposizione facendole pervenire il prestito da un conto svizzero. Scoperto 1' affaire, la True si dimessa (ma del caso il Paul Getty era al corrente da tre anni), probabilmente anche per non mettere in imbarazzo il museo visto che sar presto processata a Roma per l'acquisto dei reperti trafugati.
Sui tesori rubati del Paul Getty museum il Los Angeles times ha pubblicato una inchiesta in cui appariva come la direzione del museo sapesse che circa met dei reperti acquistati in Italia erano probabilmente trafugati. Dall'inchiesta risultato che sin dal 1985 il museo sapeva che tre fra i suoi principali fornitori vendevano reperti trafugati il che non ha impedito al museo di continuare ad acquistare da loro.
L'Italia chiede la restituzione di 42 opere d'arte tra cui la Venere di Morgantina e un Apollo in marmo. Per l'attribuzione definitiva della Venere era stata costituita una commissione di esperti per l'esame del materiale con cui era stata confezionata la statua, ma dopo anni non si ancora arrivati ad una conclusione perch il Paul Getty mai restituirebbe un'opera cos importante: preferisce restituire pezzi di minor pregio per allentare la pressione delle autorit italiane e dell'opinione pubblica americana, ormai largamente contraria all'acquisto di opere trafugate all'estero.
Il problema, dicevamo, non riguarda soltanto il Paul Getty museum, ma anche l'altrettanto celebre Metropolitan museum di New York che custodisce il tesoro d'argento di Morgantina (14 pezzi), alcune coppie di aeroliti di gran pregio e monete d'oro coniate a Morgantina, attuale Aidone, che duemila anni addietro era una grande citt crocevia dei traffici al centro dell'Isola. Quando si alle con Siracusa tradendo l'amicizia con i romani, l'imperatore Augusto ordin di raderla al suolo e darla alle fiamme affinch mai pi risorgesse. Molte famiglie nascosero i loro tesori sotto il suolo di abitazioni di poveri schiavi per preservarli dalle razzie dei soldati, ecco perch monete d'oro, utensili d'oro e d'argento e statue negli ultimi duecento anni hanno fatto la fortuna dei tombaroli di casa nostra.



news

13-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news