LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

RIMINI: “Incuria e degrado in piazza”
Luigi Angelini
Corriere della Romagna, 3 ottobre 2005



RIMINI - Comune ed Hera maltrattano la “sua” piazza e l’architetto Sandro Volta protesta. Nei giorni scorsi il professionista milanese ha inviato una lettera piccata e poco tenera a sindaco e assessori, elencando tutto ciò che non gli piace del modo in cui piazza Tre Martiri e dintorni vengono usati. “Manca una politica complessiva nella gestione del centro storico - attacca - e a farne le spese è non solo una piazza pensata e realizzata per essere una riqualificazione, ma l’intera isola pedonale”.Il punto di partenza è proprio la destinazione “pedonale” della piazza. “Posso arrivare a capire i residenti - tuona l’architetto - ma tutto quel via vai di camion, furgoni, treni e trenini proprio non lo digerisco. Il risultato finale può piacere o meno, ma quel lavoro ha ridato alla città la sua isola pedonale nel centro storico e tale dovrebbe rimanere. Sento spesso parecchie lamentele su questo punto anche dai commercianti ma non vedo cambiamenti nella gestione da parte dell’amministrazione. In molte città, compresa Milano, i camion vengono lasciati nei parcheggi attorno al centro e il materiale trasportato con i carrelli: non è mai morto nessuno. Oppure si fissano orari rigidi per le consegne e si fanno rispettare”.Bocciata da Volta anche l’ipotesi di ritorno dei mezzi pubblici. “È una cosa da matti. Se uno va all’Iper di Savignano può capitare anche di lasciare la macchina in un parcheggio a 300 metri, ma la stessa persona non è disposta a fare 150 metri in centro”Ma è verso Hera che l’architetto rivolge le parole più dure. “Penso non stia rispettando in pieno l’appalto di manutenzione ricevuto dal Comune. I lavori vengono fatti male e senza criterio. Quando, ad esempio, ci sono delle spaccature nella pavimentazione, anzichè sostituire la piastra danneggiata chiudono il buco con il cemento, c’è una panchina all’inizio di via IV Novembre che ancora non è stata riparata, altre due mancano di fronte all’edicola di piazza Tre Martiri. Vanno meglio segnalate anche le asole con i resti archeologici, altrimenti diventano grossi bidoni dell’immondizia a cielo aperto”.Il problema, conclude Volta, “è che, se è l’amministrazione comunale a non tutelare per prima i propri beni, non ci si può aspettare che lo facciano gli altri”.






news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news