LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Gestione degli scavi scontro nell'Unione Guzzo non si tocca
SUSY MALAFRONTE
IL MATTINO 30-SET-2005

Pompei. Il soprintendente Guzzo non si tocca, il monito che i Ds di Napoli, Pompei, Boscoreale, Boscotrecase, Ercolano e Torre Annunziata lanciano a quanti (in particolare la Cisl), hanno accusato di incompetenza il soprintendente chiedendone le dimissioni. C' da dire, per, che anche per l'amministrazione comunale, di cui i Ds fanno parte, i rapporti con Guzzo non sono stati sempre facili. Il segretario cittadino della Quercia, Franco La Mura, si dice in piena sintonia con il sindaco Claudio D'Alessio: Il primo cittadino con noi e concorda in pieno con la nostra iniziativa a difesa del soprintendente Pietro Giovanni Guzzo.
Nei prossimi giorni la difesa a spada tratta dei Ds nei confronti del soprintendente degli scavi, sar resa pubblica con una lettera aperta alla citt. I Ds si dicono disposti a tutto pur di difendere gli scavi dai comitati d'affari. Secondo le segretarie della Quercia, quella napoletana e quelle dei paesi vesuviani, il durissimo attacco sferrato contro il soprintendente ha un solo obiettivo: cacciare via Guzzo, che in questi anni ha combattuto per lo sviluppo dell'area archeologica, per sostituirlo con un gruppo affaristico che dovrebbe spartirsi la nuova pioggia di investimenti. Aprire un tavolo di confronto tra le amministrazioni dei Comuni dove sono presenti gli scavi archeologici e il soprintendente uno dei sugeerimenti proposti dai Ds. Basta con le polemiche inutili - si legge nella lettera aperta firmata dai Ds - tempo di costruire un futuro migliore. Chi attacca il soprintendente mira ad andare indietro nel tempo fino agli anni Ottanta e Novanta, quando un gruppo ben identificato si insedi negli scavi e assieme alle forze clientelari e malavitose e gest centinaia di miliardi delle vecchie lire. Per raggiungere questo scopo si propone addirittura lo scioglimentodella soprintendenza archeologica di Pompei, accorpandola a quella di Napoli, per poi lasciare qui qualche amico a gestire i prossimi investimenti. La proposta di aggregare la gestione scientifica di Pompei alla soprintendenza archeologica di Napoli, lasciando negli uffici pompeiani solo l'autonomia amministrativa stata lanciata dalla Cisl.
I Ds - scrivono ancora i segretari provinciali e dei Comuni vesuviani - respingono questo disegno ed esprimono il pieno sostegno al soprintendente che in questi anni ha combattuto contro la piovra che si era insediata nell'area archeologica. Intanto, dopo la chiusura del bookshop degli scavi, privo di licenza commerciale, il sequestro del deposito bagagli di piazza Esedra e della biglietteria container, i vigili urbani e i tecnici del Comune continuano a setacciare l'area archeologica alla ricerca di eventuali nuove irregolarit.
La procura di Torre Annunziata, dopo la denuncia dei caschi bianchi, ha aperto un fascicolo d'indagine sugli abusi edilizi scoperti all'interno dell'area archeologica di Pompei.



news

10-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news