LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Torna la pala di Santa Caterina - L'opera del Perugino ricomprata in America
MARA AMOREVOLI
LA REPUBBLICA FIRENZE GIOVEDÌ 29 SETTEMBRE 2005




TORNA a Firenze dopo secoli e dopo numerosi passaggi di proprietà, la tavola di «Santa Caterina d'Alessandria» opera di Piero Vannucci detto il Perugino.
L'ha ritrovata e ricomprata da un collezionista americano l'antiquario fiorentino Fabrizio Moretti, che la esporrà nelle sua galleria in Piazza Ottaviani 17 da domani fino al 10 ottobre.
Un ritorno da celebrare, visto che l'opera racconta una delle pagine più importanti della dispersione del patrimonio d'arte fiorentino nell'800. «La tavola di Perugino — precisa Moretti—faceva parte di quella che per secoli è stata la più grande pala d'altare mai realizzata.. La pala era collocata al centro della chiesa della SS. Annunziata ed era originariamente composta da sette dipinti, ancora esistenti e conservati in vari musei». Ecco la ricostruzione: al centro dell'altare era posta l'Annunciazione della Vergine, tavola iniziata da Filippino Lippi e, dopo la sua morte, terminata dal Perugino, opera che si può ammirare alla Galleria dell'Accademia. Intorno, due figure di Santi che sono custodite al Metropolitan Museum di New York, quindi altri due Santi che si trovano al Lindenau Museum di Altenburg, infine un'altra figura è conservata alla Galleria di Palazzo Barberini a Roma.
Moretti racconta il recupero della sua tavola, originariamente posta in lato a sinistra della tavola centrale, avvenuto recentemente, dopo una trattativa durata più di un anno: «La storia della frammentazione della grande pala, è conosciuta e documentata anche da foto, ma nessuno aveva mai visto la tavola della Santa Caterina d'Alessandria. Ho avuto la fortuna di trovare il collezionista americano nelle cui mani era finita dopo varie peregrinazioni. Alla fine dell'800 era stata acquistata da Sir Joseph B. Robinson per farne dono alla figlia, principessa Ida Labia. Quindi nel 1964 era passata in un'asta da Sotheby's, e da lì ancora un passaggio fino al collezionista americano da cui l'ho ricomprata». Un passaggio contrattato, sicuramente costoso, che riporta a Firenze uno dei pezzi importanti delle pala d'altare, con l'auspicio di una mostra che permetta di ricostruire tutta l'opera nella sua interezza. «L'idea è di trovare uno sponsor disposto a pagare il viaggio degli altri pezzi custoditi nei musei per restituire visibilità a tutta la pala, magari in una mostra all'Accademia» afferma Moretti, sicuro che il progetto possa realizzarsi. Intanto conferma la sua disponibilità, «tanto più — aggiunge — che la tavola della Santa Caterina non è in vendita e resterà nella mia galleria».
In realtà uno spostamento dell'opera è già previsto. Dal 10 ottobre farà da "pendent" ad altre opere di Perugino esposte nella mostra «Perugino a Firenze. Qualità e fortuna di uno stile», che la soprintendenza del Polo museale ha organizzato dall'8 ottobre all'8 gennaio 2006 al Cenacolo del Fuligno, invia Faenza 48 («Perugino a Firenze-Qualità e fortuna di uno stile», ingresso gratuito 10-18). Un omaggio al sommo artista di Città della Pieve, alla sua "Ultima cena" affrescata nel Cenacolo, ai nuovi studi sull'esecuzione dell'affresco a cui avrebbero partecipato anche alcuni allievi dell' artista, un confronto con altre opere di Perugino provenienti da collezioni pubbliche e private anche straniere, per definire e segnalare un «itinerario peruginesco» in città legato a chiese e musei in cui sono conservati i suoi dipinti e quelli della sua scuola.
L'anteprima spetta alla Galleria Moretti, con la tavola di Santa Caterina, in mostra — in occasione della Biennale internazionale dell'antiquariato tra due giorni al via a Palazzo Corsini — insieme aduna ventina di dipinti antichi raccolti sotto il titolo «Da Allegretto Nuzi a Pietro Perugino». Non solo Perugino, ma anche un "San Giovanni Battista" di Masolino da Panicale, una "Natività di Cristo" del Maestro dell'Annunciazione Spinola, allievo fiorentino di Giotto.



news

24-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news