LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Rassegnati alla vernice
Alberto Ronchey
CORRIERE DELLA SERA, 28-SET-2005





Queste città, già sofferenti tra smog e frastuono, vengono anche offese o sempre più sfigurate dal fenomeno del graffitismo vandalico su monumenti e immobili. Così è dovunque, mentre si tenta di tutelare con ogni mezzo il decoro della civiltà urbana. In Germania, s'annuncia il ricorso a elicotteri di vigilanza con telecamere munite di raggi infrarossi per cogliere in flagranza i maniaci dediti ogni notte a deturpare Berlino e le altre città sparando quelle vernici nebulizzate che richiedono costosi restauri, oltre 500 milioni di euro l'anno. Negli Stati Uniti, le sanzioni pecuniarie contro i danneggiatori, se individuati con certezza, raggiungono 25 mila dollari, mentre per i recidivi sono previsti tre anni di reclusione.
In Italia, è specialmente difficile tutelare un'incomparabile profusione di beni storici e artistici dai danni persino incalcolabili delle vernici spesso indelebili. A Roma, dove l'amministrazione capitolina spende già due milioni e mezzo di euro l'anno per i restauri al minimo delle sue competenze, si spera in oltre duemila telecamere fisse, ma è impossibile collocare in ogni rione o quartiere gli occhi elettronici e curarsi anche degli edifici privati. A Milano, il sindaco ha definito il persistente abuso «una sciagura».
Numerosi graffitisti comunicano solo ingiurie, parapolitiche o para-sportive. Altri si dedicano a sgorbi d'indole infantile, a volte indecifrabili sfoghi di animi travagliati. Costoro, chissà perché, vengono definiti writers anche se neanche scrivono una sillaba. Secondo alcuni psicologi o psicografi, si tratta di oscuri simboli che intendono solo marcare uno spazio, segnalare una presenza: «Io ci sono». E basta. Ma basta?
Nello stesso tempo i pittori amatoriali, dediti a verniciare intonaci e pietre, impongono un pretenzioso genere di affreschi «a colori liricamente aggressivi». Reclamano il titolo di artisti metropolitani, alla ricerca di qualche inedita espressione creativa. Ma il giudizio sulle loro prestazioni dovrebbe compe-tere a critici qualificati e responsabili. Affiorano invece pregiudizi favorevoli per indulgenza verso presunti messaggi di malessere generazionale, secondo le tendenze d'ogni giustificazionismo sociologico. Nessuno chiarisce perché i tentativi pittorici debbano investire immobili pubblici di valore storico e privati edifici d'abitazione, magari più attraenti se appena restaurati. Neanche viene chiarito perché, dopo tutto, i dilettanti pittori non vogliano affrescare le loro pareti domestiche. Preferiscono esibizioni a cielo aperto? Ma possono esercitarsi almeno su apposite superfici murarie, con modica spesa e in siti appropriati, senza provocare ingiusti danni ai beni di tutti.
Nel 1993, un disegno di legge chiamato «antispray», ma rivolto solo contro l'uso arbitrario e non professionale delle vernici nebulizzate, fu proposto dal ministero dei Beni Culturali d'intesa con altri cinque dicasteri del governo Ciampi e trasmesso alle Camere. Ma l'intero testo, con il passaggio di legislatura, si perse negli archivi parlamentari. Una legge del 1997, per vari aspetti blanda o poco incisiva, si rivelò inefficace. Un recente disegno legislativo, avanzato dai Beni Culturali nel febbraio 2004, non fu mai portato all'esame del Consiglio dei ministri. L'informazione, scolastica o mediatica, non si prodiga nel segnalare la gravita della «lebbra architettonica». Dunque, si cronicizzano l'usura di patrimoni antichi e la dissipazione di risorse private o pubbliche.



news

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news