LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Eurostat: Italia deficit al 3,2% Cartolarizzazioni nel mirino
Marted 27 Settembre 2005 Il Giornale di Vicenza


- I DATI. Berlino contesta la Commissione Ue

Bruxelles. L'Italia ha chiuso il 2004 con un disavanzo del 3,2% e un debito pubblico al 106,5% del Prodotto interno lordo.
quanto risulta dalla seconda notifica dei dati sui conti pubblici dellUe comunicata da Eurostat, l'Ufficio statistico dell'Ue. In una nota della pubblicazione gli analisti di Eurostat avvertono che nel caso italiano, cos come per Germania, Polonia e Portogallo, devono ancora essere chiariti alcuni casi di aumento di capitale effettuati dai governi nel periodo compreso tra il 2001 e il 2004. Il risultato di questa indagine supplementare sar comunicato al pi tardi nel 2006.
LItalia, infatti, sotto la lente di ingrandimento per le cartolarizzazioni scip1 , operazione sugli immobili pubblici per 2,2 miliardi di euro, che ha dato un contributo molto importante all'andamento dei conti pubblici. Il problema riguarda la valutazione della garanzia data dallo stato alle banche. Litalia il paese che tra il 1998 e il 2002 ha fatto maggiore ricorso alle cartolarizzazioni effettuando operazioni per quasi 24 miliardi di euro. Scip 2, operazione successiva a scip 1, valeva 6,6 miliardi di euro.

E quanto alle iniezioni di capitale pubblico sono sotto osservazione oltre allItalia, anche Polonia, Portogallo e Germania.
E proprio rispetto alla Germania, sono scoccate nuove scintille sullasse Bruxelles-Berlino riguardo ai conti pubblici tedeschi: potrebbero sfociare presto nella riapertura del dossier Deutschland da parte del commissario Ue agli Affari economici e monetari, Joaquin Almunia.
A innescarle stato il rifiuto, da parte di Eurostat, di contabilizzare alcune operazioni una tantum, varate dal governo del cancelliere Schroeder nel 2005 con lobiettivo di diminuire il deficit, contenendo il rapporto disavanzo-pil al 3,7%.
Se questi ricavi una tantum non dovessero essere conteggiati per ridurre il disavanzo, cos come sostiene Eurostat, il deficit 2005 salirebbe fino al 4% del pil. Un livello particolarmente elevato, che la Commissione europea non potrebbe certo classificare come limitato - visto che la Germania supera ormai il tetto del 3% dal 2002 - e che lesecutivo europeo, in ogni caso, faticherebbe molto a giustificare con un andamento della crescita inferiore alle aspettative.



news

15-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 15 NOVEMBRE 2019

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

Archivio news