LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA: Recupero del Castello a mare due anni per completare gli scavi
ANTONELLA ROMANO
28/09/2005, La Repubblica, Palermo

Appaltati i lavori a una impresa di Firenze. Ok al piano esecutivo per realizzare lo svincolo di via Perpignano alla circonvallazione


IL CASTELLO a Mare non sarà più incastonato tra le fabbriche dell'ex Sailem, destinate alla demolizione. Riprenderà da protagonista la scena sul fronte del mare, svetterà con i suoi bastioni già in parte recuperati e il suo fossato ancora tutto da scavare in un'area ripulita, all'interno di un parco archeologico recintato e dove si snoderanno dei percorsi didattici. Una passeggiata amare farà riscoprire anche l'originaria sagoma del porto, che sarà ripristinata. Ieri la gara bandita dal Comune per ridisegnare la forma dell'antica fortificazione e del parco archeologico che circonderà il Castello amare è stata vinta, trale sei imprese concorrenti, dalla "Cooperativa archeologica" di Firenze, alla quale sono stati appaltati i lavori con un ribasso del 25,03 per cento su un importo a base d'asta di 3.781.665,94 euro. L'impresa è la stessa che sta già lavorando per conto della Soprintendenza.
Un'altra gara al via: è quella per lo svincolo tra via Perpignano e viale Regione siciliana, che dovrà risolvere uno dei "tappi" del traffico e fare della circonvallazione una strada a scorrimento veloce. Ieri è arrivato l'ok al progetto esecutivo, la gara sarà bandita nei prossimi giorni. Le opere, per oltre 22 milioni di euro (finanziati con fondi ex Agensud) consistono nell'interramento delle due carreggiate centrali di viale Regione siciliana all'incrocio con la via Perpignano e in un cavalcavia con rotatoria per unire i due segmenti di via Perpignano e collegarli alla circonvallazione. Il nuovo sottopasso si estenderà per 400 metri. Per l'attraversamento pedonale ci sarà una passerella lunga 53 metri. L'intervento complessivo è previsto su un'area di oltre 2 mila metri quadrati, di cui 500 occupati da uno spazio verde.
Il cantiere durerà 730 giorni e la base d'asta sfiora i 17 milioni di euro.
Due anni sono previsti invece per completare gli scavi archeologici del Castello amare, ai quali la Soprintendenza lavora già dal 1998. Le opere previste dal progetto della Soprintendenza, con l'accordo tra Comune e Regione per il programma di riqualificazione urbana, prevedono nuovi scavi al fossato fino all'area della torre maestra, il restauro delle su-perfici del castello già riportate alla luce, la demolizione dei fabbricati dell'ex Sailem e la sistemazione di tutta l'area del Parco. «I nuovi scavi dovrebbero far emergere altri resti delle antiche fortificazioni. Con gli interventi che stiamo completando, si è visto che il baluardo san Giorgio e l baluardo san Pasquale, alti sei, sette metri, si conservano in ottimo stato», spiega l'architetto della Soprintendenza Francesca Spadafora. Secondo il sindaco Diego Cammarata, a progetto ultimato c'è da scommettere che l'intera zona, un tempo ingresso alla città antica per chi veniva dal mare, sarà fortemente valorizzata sia come sito di interesse storico e architettonico che come tappa turistica. «Questo intervento — dice il sindaco — darà vita a un nuovo spazio pubblico fruibile, con una suggestiva ambientazione nella quale cittadini e turisti potranno riscoprire testimonianze preziose del passato». Il presidio fortificato, che chiudeva l'accesso al porto dell'anticaP anormus, risale all'epoca musulmana. Tra il 1553eill601ilCastellofusededel Tribunale dell'Inquisizione e delle sue carceri. Dopo l'Unità d'Italia fu adibito a caserma e rimase così fino a quando — tra il 1922 e il 1923 — fu demolito per ampliare le infrastrutture del porto. Dai pochi resti visibili, la Soprintendenza ha riportato alla luce in questi anni parte del complesso architettonico.



news

22-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 22 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news