LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Milano. Arcimboldi, il futuro in musical
Paola Zonca
la Repubblica, 27/9/2005

MILANO — Tra i principali paesi d'Europa manca solo l'Italia. Ma II re leone, La bella e la bestia, La sirenetta, cioè i musical tratti dai più noti cartoon della Disnev, dovrebbero sbarcare presto anche da noi. La Stage Holding, la più potente multinazionale europea di entertainment, 550 milioni di fatturato, detentrice dei diritti di tutti i titoli disneyani, è infatti determinata a puntare sul mercato italiano, dopo aver sbancato in Olanda, Germania, Inghilterra, e come prima mossa formalizza al Comune di Milano una proposta concreta per gestire e realizzare una programmazione al Teatro degli Arcimboldi.
«Abbiamo intenzione di fare un'offerta economica ragionevole, più vicina possibile a pagare tutte le spese fisse per lo spazio della Bicocca» annuncia Alberto Crippa, amministratore delegato del "ramo" italiano della società. «E abbiamo già un'idea di quali nostre produzioni portarci: Re Leone o La bella e la bestia, spettacoli che hanno bisogno di un palcoscenico di notevoli dimensioni, giusto quello su cui può contare gli Arcimboldi. Ma abbiamo un'altra richiesta: che ci diano in gestione il teatro almeno per un anno, o meglio un anno e mezzo. Pensiamo ad un titolo di lunga tenitura, perché con una sala da 2400 posti sarebbe l'unico modo per raggiungere il pareggio».
La Stage Holding, creata nel 1998 in Olanda da Joop Van den Ende (fondatore anche di Endemol, società di format televisivi i cui programmi italiani più noti sono Il grande fratello e Affari tuoi), oggi gestisce 26 teatri in tutto il mondo, 20 dei quali sono di sua proprietà, per un totale di 12 milioni e mezzo di spettatori l'anno, 250 città interessate comprese le tournée, 11 mila recite complessive. Lion King sta avendo successo a New York, Londra, Amburgo, e il prossimo anno tenterà di conquistare Parigi. La bella e la bestia debutta il 2 ottobre ad Amsterdam in una nuova produzione, poi sbarcherà a Madrid. Ma tra gli spettacoli più recenti c'è anche Mamma mia, commedia sentimentale con le canzoni degli Abba come colonna sonora, sold out tutte le sere a Londra dal 1999, e da tre anni in Germania e Olanda. «In Italia ci sono operatori che, nel campo del musical, hanno fatto buone cose» dice Crippa. «Mancano però le grandi produzioni internazionali, tanto che molti appassionati vanno all'estero per vederle. Siamo convinti che i nostri spettacoli arriveranno presto in Italia: se non a Milano, altrove. In molte città del centro e del sud abbiamo trovato teatri bellissimi. Certo che, per Milano, sarebbe un'occasione perduta...».



news

23-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 23 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news