LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Regione Friuli. Beni culturali, c' l'accordo con Roma
Giulio Benedetti
Gazzettino Friuli, 27/9/2005

La Commissione paritetica da il via libera al comitato per la valorizzazione del patrimonio
Riconosciuto il ruolo del centro di Villa Manin. Sui beni demaniali la parola al Consiglio dei Ministri

Si sbloccata ieri in Commissione Paritetica la situazione di stallo sulle competenze in materia di Beni Culturali e sul trasferimento alla Regione di 36 immobili dismessi dallo Stato.
Per quando riguarda il primo punto, l'accordo arrivato dopo un tavolo tecnico al Ministero, mentre sul secondo la commissione ha approvato il parere con il voto favorevole dei rappresentanti regionali e del presidente Giulio Camber e l'astensione del delegato statale. Ora la parola passa al Consiglio dei Ministri. Che nelle prossime settimane, in una seduta alla quale sar presente anche il presidente Illy, dovr esaminare il testo avanzato dall'organo paritetico per l'approvazione del decreto legislativo. Dopo lunghe divergenze, con il provvedimento varato ieri in materia culturale, la Regione potr partecipare alla formazione dei programmi annuali di valorizzazione dei beni sul suo territorio. La tutela rimarr allo Stato ma verr costituito il "Comitato paritetico permanente per la valorizzazione del patrimonio culturale" che sar da composto da 3 dirigenti regionali e 3 degli organi periferici del Ministero. E suo compito sar quello di produrre i piani di valorizzazione anche dal punto di vista finanziario.
Una buona notizia anche l'altro elemento indicato nell'accordo che riguarda il riconoscimento dell'Istituto regionale del patrimonio culturale, organo di supporto scientifico e per l'attivazione di iniziative attraverso la Scuola regionale per il restauro. Il Centro di Villa Manin sarebbe cos riconosciuto dal Ministero come una Scuola di alta formazione per l'insegnamento del restauro. Si tratta di valorizzare le iniziative gi avviate dalla Regione con il Centro di Villa Manin e di raccordarle con gli Istituti centrali attualmente gestiti dallo Stato ha spiegato il presidente della Provincia di Udine, Marzio Strassoldo.
Soddisfatti anche gli altri membri regionali della Commissione. Per Renzo Travanut decisamente un passo avanti. Quanto ai beni culturali spero si chiuda una vicenda di cui si parla da anni. Risultato abbastanza soddisfacente pure per Franco Richetti, mentre secondo il presidente del Consiglio regionale, Alessandro Tesini, il massimo ottenibile in questo momento nel settore dei beni culturali, dove lo Stato non disponibile a concedere alle Regioni poteri che vadano oltre la valorizzazione. Quanto al trasferimento dei 36 immobili (quasi tutti caserme) dismessi dallo Stato, i membri regionali della Commissione hanno spinto per evitare un ulteriore rallentamento dei tempi del procedimento. Nell accordo da inviare al Consiglio dei Ministri stato confermato l'elenco dei beni gi noto e si richiede che una prossima lista di beni venga stilata il prossimo anno e poi sistematicamente ogni 5 anni. Se il Governo approver nelle prossime settimane il decreto, questo dovr essere controfirmato dal Presidente della Repubblica e poi scatteranno gli aspetti tecnici e catastali che secondo Travanut richiederanno ancora 8/12 mesi. Preoccupa - secondo Tesini - la resistenza dei funzionari ministeriali sul trasferimento dei beni demaniali il cui elenco stato oggetto di ripetute conferme. L'ultima parola spetta a Palazzo Chigi.



news

11-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news