LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Pi sicurezza per i tesori dell'arte. Furti in calo nel 2005, pi esposte restano le chiese
Vittorio Nuti
Il Sole 24 Ore, 26 settembre 2005

II mercato dei falsi non accenna a diminuire
Lultimo intervento di pochi giorni fa, a Roma: il ritrovamento, su segnalazione confidenziale di un informatore, dei frammenti della fontana della Navicella, al Celio, "amputata" da vandali a met settembre e ora nelle mani dei restauratori.
II bilancio. Un esempio di come operano gli uomini del Nucleo per la tutela del patrimonio culturale dei Carabinieri, che quest'anno potrebbero registrare un'incoraggiante diminuzione dei furti di opere d'arte: dai 1.293 complessivi del 2003 ai 481 segnalati al primo semestre 2005 (si veda la tabella sotto). Se i prossimi mesi confermeranno il trend dell'ultimo periodo, il bilancio d'attivit del reparto che tiene sotto controllo i giacimenti d'arte del Bel paese sar tutt'altro che deludente. Soprattutto se la voce "furti in chiese e luoghi di culto", dopo i 515 casi registrati nel 2003, i 464 del 2004, e i 193 a giugno 2005, si mantenesse sotto quota 400.
Un segno che il progressivo adeguamento dei sistemi di sicurezza nelle chiese (da sempre un fronte scoperto per numero e valore dei tesori posseduti) rilanciato in occasione del Giubileo del Duemila inizia a dare buoni frutti.
Alla particolare "densit" di opere d'arte si deve invece la localizzazione territoriale dei furti. Le Regioni pi frequentate dai ladri d'arte risultano infatti, in termini di denunce presentate, il Piemonte, la Lombardia e il Lazio.
Quasi fisiologico poi, il numero di furti nei musei pubblici comunque in calo negli ultimi anni: 8 nel primo semestre 2005 rispetto a 13 del 2004 e 16 de 2003. Si tratterebbe, invece, d un piccolo record se i musei ecclesiastici confermassero l'assenza di furti di due anni fa.
* Lotta comune. Buoni risultati dunque, il cui merito non sole del Nucleo dei Carabinieri (braccio operativo, in quanto organo d diretta collaborazione, del ministero dei Beni culturali), ma anche frutto del coordinamento con le altre Forze dell'ordine, dell'accresciuta attenzione alla protezione passiva delle opere d'arte ( dall'elemento deterrente rappresentato dalla magistratura, che negli ultimi anni ha posto la tutela del patrimonio tra le priorit della propria attivit.
Alla sinergia di questi tre fattori dovuto anche il calo, ipotizzabile per il 2005, dei trafugamenti di oggetti artistici destinati all'esportazione. I furti in ribasso sono soprattutto quelli dei libri antichi, degli oggetti di ebanisteria, della grafica d'arte e delle sculture. E questo nonostante negli ultimi anni sia aumentato, in Italia e all'estero, un certo tipo di collezionismo privato, che si affida sempre pi a mercanti d'arte improvvisati, i quali non sottoscrivono nessuna certificazione di garanzia per le opere di provenienza illecita.
* Commerci illeciti. Connesso ai trafugamenti anche uno dei fronti pi battuti dagli uomini del Nucleo patrimonio artistico: la commercializzazione delle opere d'arte di provenienza illecita. Traffico sommerso, indotto da una forte domanda alimentata da privati, collezionisti ufficiali e musei, capaci, quando non trovano l'oggetto del desiderio sul mercato ufficiale, di allargare la ricerca al mercato illecito, che "drena" opere false, rubate, illecitamente importate, alienate, vincolate o scavate clandestinamente.
Ed nei confini di questo mercato che i Carabinieri realizzano la maggior parte dei cosiddetti recuperi d'arte, magari a distanza di anni dal furto, con interventi nel mondo degli intercettatoli, degli appassionati d'arte, del collezionismo pi o meno legittimo e dell'antiquariato. In testa, negli ultimi anni, soprattutto le monete antiche e i dipinti, e questo anche per la facilit di smercio. I falsi. L'allargamento del mercato dei collezionisti improvvisati e la maggiore attenzione e tutela, anche normativa, che circonda oggi l'arte autentica, ha portato, quasi per reazione, ad allargare l'attivit dei falsali, di cui sono state individuate 1.626 realizzazioni nel 2003, 2.374 nel 2004 e 1.456 nel primo semestre del 2005.



news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news