LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Franceschini promuove Capodimonte. Bellenger: ora digitalizziamo le collezioni
Espedito Vitolo
Corriere del Mezzogiorno - Campania 15/1/2021

«Ottimo segnale in continuità con il grande lavoro svolto. Ora ci attendono le sfide della piena digitalizzazione delle collezioni e la realizzazione del Campus Culturale definito dal Masterplan». Non nasconde la propria soddisfazione il direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte, Sylvain Bellenger, alla notizia del rinnovo, da parte del ministro per i Beni e le Attività culturali Dario Franceschini, del Consiglio di Amministrazione del Museo e di tutti i componenti in carica. Una conferma in blocco che attesta il buon percorso e i successi del museo.

Per i prossimi 5 anni, quindi, Bellenger sarà ancora coadiuvato dal direttore regionale Musei Campania (l’incarico attuale è ricoperto dalla storica dell’arte Marta Ragozzino), da Maurizio di Robilant, presidente e fondatore di Robilant Associati, la società di Brand Advisory e Strategic Design leader del mercato italiano e presidente di Fondazione Italia Patria della Bellezza , dal notaio Fabrizio Pascucci autore di diverse pubblicazioni scientifiche in materia giuridica, e dal professore Giorgio Ventre, professore ordinario di Reti di Calcolatori presso il Dipartimento di Ingegneria Elettrica e delle Tecnologie dell’Informazione della Federico II e direttore scientifico della Apple Developer Academy.

«Sono felice di continuare ad avere al mio fianco per i prossimi anni - sottolinea il direttore Bellenger - un Cda di altissimo profilo che ha sempre svolto un ruolo attivo e propositivo nella realizzazione della politica culturale di Capodimonte tesa alla massima apertura al pubblico, in termini di accessibilità fisica e digitale. Tante le sfide del mio secondo mandato, in cui coinvolgerò il Cda: la piena digitalizzazione delle collezioni e dei cataloghi del Museo e la massima integrazione di questo con il Real Bosco, inteso come importante giardino storico, scrigno di capolavori botanici ma al tempo stesso il più importante parco pubblico della città e di tutto il Mezzogiorno d’Italia; e poi - conclude Bellenger - la realizzazione del Masterplan che trasformerà questo sito culturale in un vero campus multidisciplinare in cui far convivere tutte le arti: pittura, scultura, fotografia, botanica, cinema, musica, video».

Sul futuro Bellenger ha le idee chiare: «La grande sfida delle nostre istituzioni culturali è l’assunzione, la gestione e la formazione del personale, che sono le principali lacune della riforma del 2014. Il personale, e l’età di queste persone, sarà la grande sfida che determinerà la capacità di reinventare i musei nel mondo sconosciuto del post Covid. Quindi, più della rivoluzione del digitale, già ben avviata e che continuerà, la vera utopia e la rivoluzione sarà quella del reclutamento e della gestione del personale dei musei». Il discorso tenuto al convegno online «More Museum: il futuro dei musei tra crisi e rinascita, cambiamenti e nuovi scenari», organizzato dall’assessorato alla cultura del Comune di Firenze insieme a Muse e al Museo Novecento di Firenze.



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news