LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Venezia. Gribaudi: «Musei civici apertura anticipata se il quadro sanitario migliorerà in Veneto»
Fiorella Girardo
Corriere del Veneto, Venezia e Mestre 14/1/2021

Nella querelle nazionale che sta coinvolgendo i musei civici, per la prima volta ieri la Fondazione ha fatto sentire la propria voce attraverso la presidente Mariacristina Gribaudi. L’occasione è stata fornita dalla risposta inviata ad Adele Maresca che, a capo di ICOM Italia, l’organizzazione che riunisce i più importanti musei, attraverso una lettera aperta aveva attaccato la gestione degli undici musei civici e la loro chiusura fino ad aprile. Nella missiva Gribaudi respinge le accuse ricordando come la Fondazione «fino al 2019 è stata spesso indicata come un modello virtuoso della museografia italiana, autofinanziata al 100 per cento da risorse che non derivano da trasferimenti pubblici e capace di conciliare la sua missione culturale con un’oculata gestione amministrativa». Sarebbe stata «l’emergenza lunga» ad aver spinto il cda a chiudere le porte al pubblico «fino alla fine di marzo, data che potrebbe comunque essere anticipata a fronte di un miglioramento generale della situazione sanitaria della nostra regione». Gribaudi non fa cenno all’assenza dei turisti, principale causa della chiusura indicata dal sindaco Luigi Brugnaro, e indica la possibilità di rivedere le date in caso il contesto sanitario regionale dovesse cambiare. Si tratta di una piccola novità che fa sperare (oltre che per la salute) nella riapertura dei musei invocata da più parti. D’altronde, è ormai ufficiale che le regioni in fascia gialla potranno riaprire le proprie istituzioni museali a partire dal prossimo 16 gennaio, e se il Veneto sarà probabilmente in zona arancione per qualche tempo, non significa che lo debba rimanere a lungo. Gribaudi nella lettera a Icom spiega come le spese fisse di manutenzione (15 milioni l’anno) abbiano convinto il cda a mettere in cassa integrazione l’ottantina di dipendenti di Fondazione (e di conseguenza i circa 400 degli appalti esterni). L’incognita sul futuro e su eventuali ristori per ora non annunciati per il 2021, non permetterebbe altra soluzione, dato che la possibilità di seguire corsi di formazione in questo periodo - «con ristori economici non trascurabili» - sarebbe stata respinta dai lavoratori stessi. «Scenari di fantasia privi di qualunque riscontro con la realtà», replicano Cgil e Uil che ricostruiscono la vicenda in modo diametralmente opposto.

Gribaudi risponde anche alle accuse di Icom, di aver sospeso ogni attività di conservazione all’interno dei musei. «I servizi essenziali sono tutti garantiti: sicurezza, conservazione e tutela del patrimonio sono presidiati. Parte dei conservatori e degli amministrativi pur a marcia ridottissima contribuiscono al presidio generale». «Ad oggi lavora il 15% del personale che ha a che fare con amministrazione, appalti e attività finanziate che non si possono del tutto sospendere – contrattaccano i sindacati -, lavoro per alcune giornate di 10-11 dipendenti su 76».

Nel dibattito si è inserita ieri anche la senatrice del M5S Orietta Vanin, con un’interrogazione parlamentare sulla gestione della Fondazione che presenterebbe «gravi difetti». Confrontando il risultato «con quello delle Gallerie dell’Accademia che dimostrano un sistema di gestione più funzionale e attivo», Vanin si domanda «se non sarebbe più opportuno affidare allo Stato la gestione della Fondazione Musei Civici». Di «fragilità del modello fondazioni» parla anche Adele Maresca. «C’è stato un momento in cui sembrava che tutti i musei dovessero trasformarsi in fondazioni» spiega la presidente di Icom Italia, con una lunga militanza al Mibact. «Poi ci si è accorti che l’intervento dello Stato è fondamentale e credo che questa crisi pandemica abbia messo in luce proprio le debolezze di questo sistema. Nelle fondazioni la gestione ha forma privatistica, ma ricordo che il patrimonio rimane pubblico».



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news