LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Alezio (Lecce). Un piattino, una lucerna e un pugno di olive
Antonio Della Rocca
Corriere del Mezzogiorno - Puglia 10/1/2021

Riemerge anche il rituale delle olive, frutto antico della terra salentina che accompagnava il trapasso dalla vita alla morte: la necropoli messapica di Monte d’Elia, ad Alezio, è ancora prodiga di sorprese. Nuove emergenze si sommano a quelle venute alla luce negli anni passati in un sito archeologico che conferma la sua importanza nel prezioso lavoro portato avanti dagli archeologi per gettare un fascio di luce sempre più ampio sul nostro passato remoto. Fanno parte degli ultimi ritrovamenti una piazza cerimoniale e numerose tombe.

Questo e altro è il frutto della prima campagna di ricerche condotta dal Laboratorio di Archeologia classica dell’Università del Salento, sotto la direzione dal professor Giovanni Mastronuzzi. Concluse nei giorni scorsi le operazioni di scavo, si prosegue ora con le analisi dei reperti a cura di un team di cui fanno parte i ricercatori del Cnr – Ispc, Ivan Ferrari e Francesco Giuri, gli archeologi, professionisti formatisi a UniSalento, Patricia Caprino e Francesco Solinas, le studentesse del corso di laurea magistrale in Archeologia, Irina Bykova ed Elisa Lauri.

Le indagini avvengono in regime di concessione ministeriale del Mibact, in accordo con la Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio per le province di Brindisi, Lecce e Taranto, con il contributo economico del Comune di Alezio e dell’ateneo salentino. «Nell’arco di alcune settimane di ricerche sono emersi nuovi, fondamentali dati per la conoscenza della civiltà messapica, innanzitutto attraverso la ricostruzione topografica dell’area di Monte d’Elia e il riconoscimento dei rituali funerari lì praticati nell’antichità», spiega Mastronuzzi. Di estrema importanza è il dato che concerne l’identificazione di una grande piazza cerimoniale intorno alla quale, all’interno di recinti costruiti con grandi massi, si concentravano gruppi di tombe appartenenti a nuclei di famiglie o clan. Secondo gli studiosi, la piazza era il luogo di arrivo delle processioni che accompagnavano il defunto nell’ultimo viaggio dalla casa alla sepoltura.

Tra gli oggetti di corredo rinvenuti vi sono una lucerna, un piatto, una trozzella, due pesi da telaio e un puntale di giavellotto. Di straordinario rilievo è il rinvenimento di olive, offerta alimentare destinata ad accompagnare il viaggio oltre la vita terrena. Con gesto amorevole, i membri di quella antica comunità hanno ricomposto il microcosmo di un bambino, adagiando accanto al suo piccolo corpo i suoi giocattoli: un bicchiere, un’anforetta, un sonaglio, un astragalo.



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news