LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Milano, verso la creazione di quattro distretti museali urbani. Ecco il piano strategico
Finestre sull'arte 4/1/2021

Approvati i contenuti del piano strategico 1 Città, 20 Musei, 4 Distretti, che prevede la creazione di distretti museali urbani: lo ha annunciato in una nota il Comune di Milano. La Giunta ha incaricato la Direzione Cultura di proseguire lo studio della fattibilità organizzativa ed economica del progetto, volto a dar vita a un nuovo management culturale milanese.

Questo prevede una riorganizzazione dei musei civici in quattro distretti museali, situati in quattro zone della città con un’ampia offerta museale: distretto Piazza Duomo, distretto Parco Sempione, distretto Giardini, distretto Ansaldo-Tortona.

Per definire il concetto di distretto museale, molti studi tecnici lo hanno individuato come strategia di gestione innovativa e integrata delle politiche culturali nei territori, combinando l’offerta espositiva con strategie di sviluppo urbano, economico e sociale. “Un distretto museale” si legge nel progetto del piano strategico “è un modello organizzativo, applicato all’interno di un’area territoriale definita e chiara, che prevede la costruzione di relazioni tra soggetti diversi, coinvolti nell’offerta espositiva, al fine di ottenere miglioramenti negli standard operativi interni e nella qualità del servizio, nonché nelle relazioni dei musei con l’area di appartenenza e le sue infrastrutture sociali ed economiche”.

Secondo il piano 1 Città, 20 Musei, 4 Distretti, vengono individuate in base al criterio della prossimità geografica quattro aree, all’interno delle quali inserire ventitré musei civici: Sempione (Castello Sforzesco, Museo Archeologico, Acquario civico), Duomo (Palazzo Reale, Museo del Novecento, Museo del Risorgimento, Palazzo Morando, Palazzo della Ragione, Studio museo Messina), Giardini (GAM, PAC, Museo di Storia Naturale, Planetario, Casa Museo Boschi-Di Stefano, Palazzo Dugnani), Ansaldo (Mudec). L’area Ansaldo comprende anche i progetti speciali CASVA, Arte negli Spazi Pubblici, Casa della Memoria, Reti e Cooperazione Culturale.

L’obiettivo è duplice: da un lato rendere più efficiente il sistema museale civico verso l’esterno grazie a un’offerta culturale cittadina integrata ance con gli istituti culturali non civici presenti nei distretti, dall’altro lato riorganizzare internamente le direzioni per garantire un migliore svolgimento dei processi interni e maggiore qualità dei servizi erogati. Inoltre la gestione integrata delle politiche culturali potrà connettersi in modo più efficace alle strategie di sviluppo urbanistico, economico e sociale dei rispettivi territori, diventando il motore di una crescita armonica per ciascun ambito territoriale.

La ricerca è stata cofinanziata da Fondazione Cariplo ed è stata svolta dalla Direzione Cultura del Comune di Milano insieme a Fondazione scuola dei beni e delle attività culturali e al Gruppo di ricerca ASK – Bocconi. La ricerca per la redazione del Piano è stata svolta da PTSCLAS.

https://www.finestresullarte.info/attualita/milano-verso-creazione-quattro-distretti-museali-urbani?


news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news