LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. Nel museo delle promesse
Mario Lancisi
Corriere Fiorentino - 11/8/2020

Ci siamo (forse). A ridosso del Ferragosto e a poco meno di un mese dalle elezioni regionali il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini ha annunciato che la loggia di Isozaki agli Uffizi si farà. Ci sono i soldi: il ministero dei Beni culturali stanzierà 12 milioni, ha annunciato Franceschini. Il sindaco Nardella esulta: Una decisione storica per Firenze e per la cultura italiana. Per Firenze certamente storica: le gru di piazza Castellani e di piazza degli Uffizi, da decenni parte integrante dello skyline del centro storico della città la cupola del Brunelleschi, il campanile di Giotto, la Torre di Arnolfo, il Bargello finalmente potranno mettersi in azione. Che sia invece una decisione storica anche per la cultura italiana saremmo più cauti. Non solo per le avversioni manifestate allopera. A cominciare da quella colorita di Vittorio Sgarbi che la definì un progetto materasso e omosessuale perché si occupa di un retro. Ma per il fatto che la Loggia Isozaki, progettata dallarchistar giapponese Arata Isozaki e dallarchitetto Andrea Maffei, ha vinto il concorso di design nel 1998. Ventidue anni fa. Ha ancora un senso attuale? Il punto è che nel Paese in cui le grandi opere si annunciano e non si fanno succede che le rare volte in cui i cantieri si aprono e le gru cominciano a ruotare è passato così tanto tempo dallidea originale da renderla spesso non più attuale. Ma tantè. Poniamo che la loggia sia ancora la migliore soluzione possibile nel quadro della realizzazione dei Grandi Uffizi.

Unopera da segnare i tempi migliori di Firenze. Resta però il retrogusto amaro di un dubbio: possiamo davvero contarci su questi 12 milioni? E quando si apriranno i cantieri? In discussione ovviamente non è lannuncio del ministro e neppure il commento gioiosamente enfatico del sindaco. Il dubbio e il sospetto (siamo in campagna elettorale) nascono dalla storia delle nostre opere incompiute che di annunci e promesse si trascinano di anno in anno come fiabe che un tempo si raccontavano nelle veglie contadine. Cera una volta, pare mezzo secolo fa, quando Firenze, pensate un po, era immersa nei festeggiamenti per il secondo (e ultimo, a oggi) scudetto viola, in cui si iniziò a sognare i Grandi Uffizi. Un po tutti i ministri che a partire dalla metà degli anni 70 si sono succeduti alla guida del ministero dei Beni culturali da Paolucci a Veltroni, Buttiglione a Urbani hanno pronosticato tempi certi in cui la Loggia sarebbe stata realizzata. Niente di quanto promesso si è realizzato. Per questo sarebbe auspicabile un senso della misura: dopo 20 a nni cè poco da brindare.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news