LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Coronavirus, Leon: Sulla cultura tanti appelli e proposte, ora dal Mibact serve una sintesi
Agcult 21/4/2020


Lassessore alla Cultura del Comune di Torino: Mi piacerebbe trovare nel ministero un punto di riferimento che tiri le somme e individui le strade da percorrere

Il Mibact tiri le somme di tutte le proposte uscite in questi giorni e indichi la strada per il rilancio del settore culturale. E lappello rivolto da Francesca Leon, assessore alla Cultura del Comune di Torino, che in unintervista ad AgCult mette subito in chiaro la situazione che stanno vivendo gli enti locali: Dai trasporti fino alla cultura è molto difficile programmare e ripartire senza indicazioni precise dal governo. Si ipotizzano tutti gli scenari possibili, ma lunico dato certo è che senza risorse aggiuntive le citta non si risollevano.

Sulla cultura, in queste settimane, è piovuta una moltitudine di appelli e proposte. Noi assessori alla Cultura, associazioni, personalità, gruppi di pressione, giornali, portatori di interesse: tutti hanno proposto qualcosa, ma sono azioni singole osserva Leon -. Ora però serve una sintesi. Cè bisogno di una interlocuzione strutturata con il Mibact per capire cosa si può fare e cosa no, in che modo indirizzare le politiche dal governo centrale fino ai territori.

Serve unazione di coordinamento e di discussione, perché oggi nessuno ha la verità in tasca prosegue Leon -. Le soluzioni vengono dal confronto e dalla presa di coscienza di quali sono le difficoltà dei vari settori. Il ministero dei Beni culturali dovrebbe tirare una sintesi sulle regole dei finanziamenti, sul mercato del lavoro che non dà certezze, sui precari della cultura che non sono tutelati.

E ovvio che il Mibact possa fare poco sulle regole della fase di ripartenza, perché bisogna riflettere con calma e ogni scatto in avanti può essere pericoloso precisa lassessore -. Nel frattempo, però, bisogna strutturare un percorso che risponda alle esigenze reali e per farlo serve una regia da parte del ministero che metta in ordine le tante proposte ascoltate in questi giorni per avere una visione dinsieme. Bisogna costruire un quadro di conoscenza della situazione, di azioni possibili e metterle in pratica, avendo chiaro che non esistono risposte semplici a problemi complessi. Insomma, come primo passo va sciolta la complessità e successivamente va inserita in uno schema di lavoro che consenta di capire effettivamente lefficacia di unazione rispetto a unaltra.

Due settimane fa Leon ha partecipato alla videoconferenza tra gli assessori alla Cultura delle dodici principali città e il ministro Dario Franceschini. Sono passati ormai 15 giorni, nel frattempo la nostra consapevolezza e la nostra conoscenza è cambiata spiega -. Perché ogni giorno sentiamo decine di persone che ci raccontano le loro difficoltà e fanno appelli. Quindi quellincontro era solo un inizio di interlocuzione. Quello che a me piacerebbe trovare nel ministero è un punto di riferimento, che riesca a tirare le somme di tutto quanto. Noi siamo singole città in piena emergenza e abbiamo bisogno di un indirizzo generale per il Paese.

Non possono essere i dodici assessori alla Cultura a risolvere i problemi dellItalia sottolinea Leon -. I problemi si risolvono tutti insieme: il che vuol dire mettere a disposizione del Mibact le proposte e il ministero fa una sintesi utile a individuare le strade più giuste. Allinterno del Collegio Romano le competenze per fare questo lavoro ci sono.

Per Leon questa fase di emergenza e riflessione va sfruttata per ripensare gli obiettivi dellazione culturale. La cultura deve avere davvero un impatto sociale ed essere strumento di maggiore uguaglianza. In questo momento non è purtroppo considerata un bene primario. E allora bisogna che la cultura lavori per cambiare questo punto di vista. Non può servire solo ad attrarre turismo. Si deve fare in modo che la cultura diventi parte integrante della vita per il maggior numero di cittadini.

Il digitale, in questo senso, potrebbe essere di aiuto. Andrebbe costruito un rapporto diverso con la scuola rileva Leon -. Non un rapporto di marketing, commerciale, per avere introiti. Ma un rapporto di coprogettazione costante, utile alla scuola, di interdisciplinarietà con i musei e gli archivi.

Anche per il settore culturale il digitale costituisce unopportunità da perseguire, a patto, però, che sia strutturato in modo serio, puntualizza Leon. Serve una produzione digitale di qualità, è un business nel quale non ci si può improvvisare. La condizione per vendere un prodotto è che sia di qualità. Quindi servono progetti digitali e competenze interne alle strutture culturali.

Riguardo ai cinema, in questi giorni è stata rilanciata lidea dei drive in come sistema da utilizzare nella fase post coronavirus. Non è una soluzione taglia corto Leon -. Appena è uscita la proposta ho chiamato gli esercenti che lhanno subito bocciata perché una volta che riaprono le sale dovrebbero pagare il doppio delle spese con meno della metà dei biglietti venduti. In questo momento per i cinema si deve lavorare sulla distribuzione, non sulla concentrazione di attività.

"Più che il drive in serve il sit in commenta Leon con una battuta -: costruire, cioè, tante piccole arene, gestite dagli esercenti cinematografici, in cui paghi il biglietto e ti porti la tua sedia da casa. Insomma: portare le attività dal vivo nello spazio pubblico, chiaramente in sicurezza e studiando i modi per poterlo fare. E sarebbe anche un modo per dare lavoro, conclude lassessore.

https://agcult.it/a/17507/2020-04-21/coronavirus-leon-sulla-cultura-tanti-appelli-e-proposte-ora-dal-mibact-serve-una-sintesi


news

10-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news