LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Matera non può fermarsi. La cultura segua nuove strade
Alessandra Martellotti
Corriere del Mezzogiorno - Puglia 4/4/2020

La direttrice del Polo museale avverte: Meglio continuare a lavorare anche se in altre modalità. Sfida da raccogliere

È il filo dArianna che ci porterà verso luscita, la cultura. Pertanto dare continuità è la traccia ideale per la ripresa di Matera dopo lemergenza coronavirus.

Lo è per Marta Ragozzino, direttrice del Polo museale della Basilicata: La città potrà ripartire se avremo dato seguito ai percorsi culturali iniziati. Se interrompiamo tutto faremo una fatica incredibile per riprenderci. Lepidemia ci costringe a stare isolati, separati. Ma ripiegarsi su stessi è solo una grande perdita di tempo. Darsi forza e degli obiettivi è invece la giusta maniera per reagire. Proseguire dunque le attività, seppure in maniera diversa. Con un colpo di spugna il propagarsi del virus ha cancellato tutte le aspettative di Matera 2019. Tutto appare sospeso. Fermo. Senza alcun frutto da raccogliere. In una realtà in cui il percorso è sì avviato ma che non è Roma, Napoli o Firenze, spiega Ragozzino: Per altre città la cui immagine è più consolidata sarà forse più rapido ripartire. Per Matera, invece, se ci fermassimo ci vorrebbe una bella rincorsa. Servirebbe riposizionarsi nuovamente. Per questo è necessario continuare a fare le cose che facevamo, tirando gli stessi fili, in modalità inevitabilmente nuove. Abbiamo già realizzato contenuti digitali e piccole campagne di comunicazione per permettere ancora di fruire larte e per promuoverla. Labbiamo fatto per il Dante dì ad esempio, in collaborazione con il teatro Pat di Matera.

Si può trovare anche del bello nella fase in corso per Marta Ragozzino: Tutti i referenti dei musei si sono cimentati in questa piccola battaglia tirando fuori tanti bei contenuti in poco tempo. Si è generata una bella voglia di fare. Forse, paradossalmente, cè più partecipazione. Persistere, insomma, è la chiave per non perdere tutto il lavoro fatto nellanno del grande evento e anche prima. Da quando i Sassi sono diventati patrimonio Unesco.

Avevo in animo di fare unoperazione con il Ridola: un processo partecipato per capire assieme alla città quale fosse il museo del futuro. Inizialmente ho pensato di rinviare tutto, ma poi ho capito che potevo lavorarci comunque. Mi preparo già da ora al gran lavoro che ci sarà da fare quando tutto ripartirà. Ricomincerò dalla riapertura delle mostre che erano in programma, ma anche da lavori in seno a Matera 2019. Non possiamo pensare di fermarci e ricominciare dal giorno in cui lemergenza coronavirus sarà terminata. Tutto sarà graduale. Non ci sarà un passaggio dal nero al bianco. Per questo è necessario non spezzare i fili. Stiamo vivendo unesperienza incredibile. E come se fossimo in un grande esperimento sociale in cui abbiamo dovuto misurarci rapidamente con le tecnologie. Tutti abbiamo dato unaccelerata allutilizzo di strumenti diventati indispensabili. Si pensi ai docenti con la didattica a distanza oppure alle professioni svolte in smart working. Così anche la cultura trova un altro modo per circolare. Penso alle biblioteche e agli archivi resi accessibili; ai concerti e alle mostre aperte in maniera virtuale. La crisi scatena la fantasia.

Curatrice di una delle quattro grandi mostre per Matera 2019, Rinascimento visto da Sud, Marta Ragozzino conclude auspicando appunto la rinascita: Abbiamo avuto dei ritardi nel capire cosa stesse arrivando. Non possiamo fare lo stesso errore in fase di uscita. Se saremo in grado di governare questo percorso, e se il tessuto sociale saprà reagire, ce la faremo. Matera è caduta e si è rialzata tante volte e ci riuscirà anche questa volta. Pensiamo che fortunatamente lo stop non è arrivato lo scorso anno. E viviamo intanto questo momento come unoccasione per riflettere. Male non ci fa. Dobbiamo costringerci a essere sereni. Con un pensiero a chi ha difficoltà reali. Più consapevoli delle nostre fortune.



news

03-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news