LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Assalto al paesaggio fra deregulation e iper-regolazione
Massimo Tedeschi
Corriere della Sera - Brescia 18/1/2020

Lintervento di Salvatore Settis al convegno di Ateneo, Università e Fondazione Asm

Prima del cemento contano le carte. Contano per la loro assenza, figlia della deregulation. Contano per la loro sovrabbondanza, figlia della iper-regolamentazione: Si moltiplicano le norme senza renderle applicabili. Più regole ci sono, più sono inefficaci. Il risultato non cambia: attraverso entrambe le vie si apre la strada allassalto al paesaggio, la cui tutela invece è messa fra i principi fondamentali della Carta costituzionale.

Il terzo e ultimo attacco è sferrato nel nome dellautonomia dei territori: La retorica insistenza su territorio e comunità locali prende il posto di uno dei grandi principi costituzionali. Così parlò Salvatore Settis. Linsigne storico e archeologo (direttore della Scuola Normale Superiore di Pisa dal 1999 al 2010, tuttora presidente del Consiglio scientifico del Louvre) ha aperto ieri il convegno sui paesaggi organizzato da Ateneo, Università e Fondazione Asm.

Giunto alla seconda edizione (dopo quella del 2018), il convegno di questanno si focalizza su Paesaggi, agricoltura e ambiente tra tutela e valorizzazione. Ventotto relatori in una giornata e mezza (compresa questa mattina) si alternano per discutere delle risorse del nostro paesaggio, in particolare quello agricolo, ma anche delle minacce che lo insidiano. Tema particolarmente sensibile in un momento in cui i terreni agricoli arretrano continuamente cedendo spazio da un lato allincolto (le foreste avanzano) dallaltro al cemento: Fra condoni, piani-casa e sblocca Italia si assiste a unavanzata del cemento nel nome di un perpetuo stato di eccezionalità ha detto Settis.

Lo studioso da anni si batte per denunciare laggressione al paesaggio, allambiente, e il degrado civile che fa da sfondo a questo vilipendio continuo. Ieri ha offerto in sovrappiù una ricostruzione storico-giuridica dei tentativi fatti in Italia per tutelare i beni paesaggistici e artistici, dalla legge Rava del 1909 alla legge Croce del 1922, alle leggi Bottai del 1939, alla Carta costituzionale del 1948 il cui larticolo 9 (che tutela paesaggio e patrimonio storico artistico della nazione) è figlio del pensiero di Concetto Marchesi e di Aldo Moro. Analoga sensibilità espressero la Repubblica di Weimar e la Repubblica spagnola, ma non si può dire che lItalia fosse in ritardo. Il guaio è che il dettato costituzionale è stato aggredito da cattiva volontà di enti o funzionari, individualismo scatenato che fa prevalere linteresse del singolo sul bene comune, intrecci perversi di competenze che lasciano spazio di manovra allegoismo.

La lotta contro la distruzione del suolo italiano sarà lunga e dura, forse secolare aveva profetizzato nel 1948 Luigi Einaudi. Il nostro orizzonte è ancora quello lì.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news