LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TECNOLOGIE E INNOVAZIONE Visita alla mostra? Personalizzata
Espansione 8/4/2003



Grazie a una tecnologia wireless
in radiofrequenza, un dispositivo
consente di visitare musei
I ed esposizioni ascoltando in
I cuffia le spiegazioni.
Marialuisa Astesani
Almeno ufficialmente, in Italia non c' ancora. Eppure c' chi giura che, visitando il museo della Ferrari a Maranello, l'ha visto .Si tratta di un dispositivo, una scatoletta poco pi grande di un pacchetto di sigarette, collegato a una cuffia che consente di visitare una mostra ascoltando, di volta in volta, le spiegazioni,appena si entra nel raggio d'azione del trasmettitore. La marca, Sennheiser.

Interpellata, l’azienda tedesca nega decisamente. Eppure, all'ultima fiera dedicata alle attrezzature per i parchi tematici, svoltasi a Genova il gennaio scorso, proprio Sennheiser ha presentato, anche con una demo, apparentemente il medesimo dispositivo. Che ha anche un nome:guidePort. Stando alla brochure, guidePort un sistema composto da un pc, dotato di un software continuamente aggiornatele in funzione dell'evolversi delle situazioni; un'antenna miniaturizzata, per inviare il segnale in radiofrequenza ai ricevitori (127 kHz); dei ricevitori mobili con auricolari, che vengono dati a ogni visitatore; identificatori e trasmettitori di dimensioni molto piccole e perci mimetizzabili, collocati accanto ai punti di attrazione che captano il ricevitore e inviano il corrispondente programma audio. I 94 canali di trasmissione programmabili consentono di impostare le spiegazioni in varie lingue o di predisporre descrizioni per bambini e ragazzi diverse da quelle per gli adulti o, ancora,creare versioni particolari per gruppi o scolaresche. Il visitatore di un museo, di una mostra o di
un parco a tema ritira all'ingresso l'apparecchietto, seleziona da tastiera la lingua o il programma prescelti, lo mette al collo o in tasca e inizia il suo giro. Quando si avvicina e si ferma davanti a qualcosa che gli interessa, l'identificatore capta il segnale e, automaticamente, il trasmettitore inviala spiegazione. Uscendo dal raggio d'azione, dimensionato in fase di installazione dell'impianto,l'audio cesser immediatamente.

Qualcosa di analogo si era gi visto lo scorso anno a Milano alla mostra di Picasso ma il sistema non era automatico. Arrivati davanti all'opera con descrizione, andava premuto il numero con rispondente a quello indicato accanto al quadro.
Il guidePort pu essere applicato in punti significativi del percorso o essere collegato anche video, touch screen o a grandi schermi in sale di proiezione di filmati.

La tecnologia Sennheiser ha gi trovato diverse applicazioni nel mondo. In Germania si trova nel parco tematico Biosphere di Potsdam e all'interno del grande parcoserra Rain forest house (Regenwaldhaus) di Hannover, in un padiglione che ricostruisce l'ambiente della foresta pluviale amazzonica. Negli Stati Uniti stato installato allo Czar Museum di Topeka in Kansas
(1.5CO ricevitori, 91 localizzazioni con un programma che dura 65 minuti); in Messico, si trova nell'area archeologica El Rey mundo mava, il costo, per un impianto guidePort di ridotte dimensioni, dovrebbe aggirarsi intorno a 200 mila curo. Chiss che anche qualche museo italiano non decida di installarlo.



news

17-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news