LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Bloccato il video promozionale della prossima mostra di Natalia Goncharova: troppe nudità
Edoardo Semmola
Corriere Fiorentino 29/8/2019

Strozzi, la censura di Instagram

Nudo e social sono due concetti che non vanno mai daccordo. Mentre Natalia Goncharova e censura vanno a braccetto eccome, da oltre un secolo.

Se nè accorta anche la Fondazione Palazzo Strozzi che ieri laltro ha avuto a che fare con le riserve di Instagram per quanto riguarda le raffigurazioni di porzioni di pelle eccessive. Perché Instagram ha bloccato il video promozionale della mostra retrospettiva dedicata a Natalia Goncharova (dal 28 settembre al 12 gennaio), avanguardista anticonformista russa dei primi del Novecento, che la sua immagine simbolo Modella (su sfondo blu) , olio su tela proveniente dalla Galleria Statale Tretyakov di Mosca.

È la seconda volta che succede in un anno, con due social network diversi. Lo scorso anno la censura toccò ai visitatori che postavano su Facebook le immagini dei remake delle performance di Marina Abramovic, questanno è Palazzo Strozzi stesso a incappare nel niet di Instagram. E la causa è sempre la stessa: il nudo femminile. Non ha fatto nemmeno in tempo a partire il video promozionale della mostra che il social fotografico lo ha rimandato indietro in quanto presenta immagini raffiguranti nudità e porzioni di pelle eccessive.

È un destino che si ripete perché la stessa Goncharova ha dovuto subire la medesima censura dal governo russo nel 1910, essendo la prima donna a esporre dipinti raffiguranti nudi femminili. Anche se poi in tribunale venne assolta.

Palazzo Strozzi ha subito scritto al management di Instagram spiegando loro che si tratta di unopera darte. E ora il social media manager di Palazzo Strozzi è in attesa di una risposta, sperando che limmagine incriminata venga sbloccata. Il video non è stato oscurato, è stato proprio rimandato al mittente in via preventiva dai vertici di Instagram.

Come è successo lanno scorso con Marina Abramovic, anche Natalia Goncharova, artista delle avanguardie di primo Novecento, viene censurata dai social media spiega Arturo Galansino, direttore generale della Fondazione Palazzo Strozzi Si può dire che, dopo oltre un secolo, lopera di Natalia riesce ancora a scandalizzare come aveva fatto ai suoi tempi... Sui social media vediamo costantemente immagini o video di nudo ma in questo caso viene bloccata limmagine di un dipinto che appartiene alla storia dellarte moderna, prosegue il direttore. Si innesca così inevitabilmente una domanda: può un algoritmo determinare un principio di censura allinterno di uno dei principali mezzi di comunicazione e informazione del mondo?.

Centonove anni fa per Natalia Goncharova fu un periodo di problemi grossi, sul piano giudiziario. Un secolo dopo, invece, è tutta (buona) pubblicità. Per un artista, e una galleria, che dellanticonformismo fanno la loro firma.



news

22-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 22 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news