LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Così la qualità della vita è condizionata dal cemento
Saverio Russo*
Corriere del Mezzogiorno - Puglia 29/8/2019

* Saverio Russo Presidente Fai Puglia

LIstat pubblica da qualche anno (precisamente dal 2013) un rapporto sul Benessere equo e sostenibile (Bes) che, con un ampio set di indicatori, ben 130, descrive linsieme degli aspetti che concorrono alla qualità della vita dei cittadini.
Ci pare opportuno estrapolare, dallultimo rapporto pubblicato a fine 2018, alcuni dati relativi ai domini Paesaggio e patrimonio culturale e Ambiente per ragionare sullo stato di salute della nostra regione in rapporto a queste tematiche. Prendiamone solo tre, per evitare un eccesso di numeri. Abusivismo edilizio: per la Puglia il rapporto indica un valore di 39.6, inferiore sì a quello medio delle regioni del Mezzogiorno, ma doppio del dato nazionale. Il dato relativo allerosione dello spazio rurale da dispersione urbana presenta per la Puglia un valore di 33.1, nettamente superiore a quello medio nazionale (22.1), collocandosi al terzo posto dopo Lazio e Veneto. E, infine, segnaliamo il valore relativo allimpermeabilizzazione del suolo da copertura antropica (aree cementificate o asfaltate) per il quale la Puglia presenta un valore di 8.8, contro il 7.7 nazionale e il 6.2 del Mezzogiorno.

Questi dati evidenziano clamorosamente la progressione, non arrestata e neppure significativamente rallentata, del consumo di suolo nella nostra regione, dove, nonostante la stasi del totale della popolazione e persino, in alcune province come la Capitanata, un vistoso calo demografico anche nei grandi centri urbani, non più solo nelle aree marginali, si continua a costruire in espansione, distruggendo suolo agricolo, invece di riqualificare aree, industriali e non, dismesse o degradate.

Molti sono gli esempi che si potrebbero fare per i tanti comparti delleconomia regionale e per le differenti situazioni territoriali. Ci sarebbe da riflettere, ad esempio, sulle politiche della grande distribuzione e dei mega centri commerciali che, a quel che leggo, sarebbero ormai in crisi a partire dai maggiori paesi europei e dalle aree più sviluppate del nostro Paese. Peraltro, anche nella nostra regione, non pare che ipermercati e centri commerciali vivano un momento particolarmente felice. Sicuramente questa politica ha prodotto conseguenze rilevanti sulla qualità della vita di molte città pugliesi, che registrano diffusi fenomeni di impoverimento funzionale con chiusura di negozi e punti vendita di beni e servizi, cioè strutture di mercato, che, almeno dal Medioevo in avanti, come ci ha insegnato Pirenne, hanno costituito uno dei tratti salienti della nostra civiltà urbana.

A Foggia, per fare un esempio, è rimasta una sola sala cinematografica, unaltra è chiusa per lavori, mentre ce ne sono ben 20 nei centri commerciali. Desta un certo stupore leggere della procedura di Vas (Valutazione ambientale strategica) aperta per un altro centro polifunzionale integrato che insisterebbe su altri 30 ettari di suolo agricolo a pochi chilometri da Foggia, a borgo Incoronata. Capisco che per molti proprietari terrieri che stentano a ricavare redditi dignitosi è difficile resistere allofferta degli acquirenti dei terreni. Ma mi chiedo: riusciremo a mettere un punto in questa inarrestabile corsa a consumare suolo? E questa folle politica dei centri commerciali, che non fanno che elidersi lun laltro, cementificando terreni e desertificando città, quanto deve durare ancora?



news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news