LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma. Dagli Uffizi alla Galleria Borghese: dal 1 ottobre cancellati i Cda
Antonello Cherchi
Sole 24ore, 22/08/2019

Oggi 22 agosto parte la riorganizzazione del ministero dei Beni culturali e con una corsa contro il tempo (e contro la crisi di Governo) sono stati firmati i primi due decreti che la rendono operativa



Limperativo è fare in fretta. Oggi 22 agosto parte la riorganizzazione del ministero dei Beni culturali targata Bonisoli e a via del Collegio Romano anche i giorni prima e dopo Ferragosto sono stati impegnati per mettere a punto di corsa, con il fiato sul collo della crisi di Governo, i decreti che rendono operativa la risistemazione del dicastero guidato dal pentastellato Alberto Bonisoli. Così il 13 agosto è stato firmato il decreto che ridefinisce la mappa degli ex poli regionali e il 16 agosto quello che cancella i Cda dei musei autonomi.

Meno autonomia
Dagli Uffizi a Galleria Borghese, dalla Reggia di Caserta alla Pinacoteca di Brera, i 32 istituti che la riforma Franceschini aveva voluto totalmente autonomi - indipendenza scientifica, amministrativa, contabile e finanziaria gestita da un Cda, un comitato scientifico e un collegio dei revisori, ma comunque sotto la vigilanza di Roma - perdono pezzi della loro libertà dazione. Il ministro Bonisoli aveva annunciato qualche mese fa che i Cda - ritenuti poco efficaci - sarebbero stati cancellati. E così sarà dal primo ottobre.

Il taglio agli istituti autonomi
Non si tratta dellunico colpo al precedente assetto museale. Nellelenco degli istituti autonomi contenuto nel decreto di riorganizzazione (il Dpcm 76 del 19 giugno scorso) non compaiono più il museo nazionale etrusco di VIlla Giulia , a Roma, il parco archeologico dellAppia antica, sempre nella capitale, e la Galleria dellAccademia di Firenze. Il museo nazionale etrusco ha però riacquistato lautonomia scientifica e gestionale perché, con il decreto firmato da Bonisoli il 13 agosto, è diventato il riferimento dei musei nazionali etruschi e a Villa Giulia faranno capo anche gli istituti di Chiusi, Rocca Albornoz (Spoleto), Tarquinia, Tuscania, Cerite (Cerveteri).

La nuova geografia dei poli museali
Il decreto del 13 agosto ha anche riorganizzato la rete terrritoriale. I poli regionali escono di scena e lasciano il posto a dieci direzioni territoriali delle reti museali. Dunque, ci saranno regioni che condivideranno una stessa direzione. Così sarà, per esempio, per Lombardia e Veneto, Piemonte e Liguria, Abruzzo e Molise, Puglia e Basilicata. Inoltre, è stato disposto che il Cenacolo Vinciano passi alla Pinacoteca di Brera.

Più risorse ai musei minori
Lattivisto ferragostano ha anche indotto il ministro Bonisoli a rivedere la quota di incassi delle biglietterie che entrano in una sorta di cassa comune e vengono ridistribuiti fra tutti i siti culturali, così che anche i musei meno famosi possano avere risorse. Quella quota aumenta dal 20 al 25% e, in alcuni casi, potrà essere superiore.

https://www.ilsole24ore.com/art/dagli-uffizi-galleria-borghese-1-ottobre-cancellati-cda-ACUx5if


news

21-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news