LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. Cecilie Hollberg lascia oggi la guida della Galleria in seguito alla riforma del ministro Alberto Bonisoli
Marco Gasperetti
Corriere della Sera 22/8/2019

Costretta a lasciare lAccademia. È assurdo accorparla agli Uffizi

FIRENZE. Cecilie Hollberg sta liberando il suo studio al primo piano della Galleria dellAccademia. Una mail lha informata che da domani (oggi per chi legge) non sarà più il direttore del museo che custodisce il David di Michelangelo. Sono caduta dalle nuvole. Sapevo che lAccademia aveva perso lautonomia conferma Hollberg, tedesca della Bassa Sassonia ma il mio contratto scadeva il 30 novembre. Addirittura mi avevano proposto un rinnovo che poi si sono rimangiati. E invece mi hanno detto che dovevo andarmene perché stava entrando in vigore la riforma Bonisoli, che io chiamerei con un altro nome.

Come la chiamerebbe, dottoressa Hollberg?

Controriforma Bonisoli. Come altro può essere definita una normativa che toglie lautonomia allAccademia, il secondo dei musei statali italiani? Straordinario, non solo per il David di Michelangelo ma per tutte le collezioni che abbiamo valorizzato come i Fondi Oro, la gipsoteca con i gessi di Lorenzo Bartolini, le pale daltare del Quattrocento, gli strumenti musicali, i convegni, gli studi. Si vuole trasformare la cultura in un gran supermercato, in un outlet.

E il ministro che cosa le ha detto?

Niente. Non mi ha spiegato il motivo del voler togliere lautonomia allAccademia accorpandola con gli Uffizi. E nessuno al ministero mi ha saputo dare una spiegazione su questa controriforma.

Neppure sul suo licenziamento prima della scadenza del contratto?

No, nessuno mi ha dato spiegazioni su questo modo di comportarsi molto inusuale in uno Stato democratico. La sera di venerdì 9 agosto ho appreso da una email del ministero che io dal 22 agosto sarei stata senza lavoro. Licenziata.

Lei è di nazionalità tedesca. Come lhanno presa i suoi connazionali in Germania?

Sono scandalizzati. Ho avuto solidarietà da colleghi spagnoli, austriaci, inglesi, americani e naturalmente italiani. Tutti stupefatti sia per la decisione di togliere lautonomia allAccademia sia per il comportamento che mi hanno riservato.

Ha avuto la solidarietà anche dal direttore degli Uffizi, anche lui tedesco come lei?

Rammarico

A due musei diversi servono guide diverse. Eike Schmidt già punta alle nostre collezioni

No, lui non mi ha chiamato ma so che Eike Schmidt ha già messo un occhio sulle nostre collezioni.

Come giudica il suo mandato e i risultati del museo che ha diretto?

Qualche numero, giudicate voi. In tre anni abbiamo aumentato del 22% il numero dei visitatori (più 300 mila) portandoli a 1,7 milioni lanno, secondo posto nella classifica italiana. Abbiamo aumentato del 14,7% lintroito oggi pari a 8 milioni 700 mila euro e questanno a giugno abbiamo già superato questa cifra con una crescita stimata di circa un più 45%. Allora io penso che questo museo deve aver fatto gola a qualcuno, ecco perché è successo tutto questo. Ma non chiedetemi il perché, non lo so. Di una cosa però sono sicura.

Di che cosa, direttore?

Sono convinta che la cultura non possa essere strumentalizzata dalla politica. La cultura è libero pensiero e scienza, invece in Italia a ogni governo si ricomincia da capo. Ne ho passati tre. Il terzo, quello della controriforma, è stato purtroppo decisivo e temo devastante. Si torna indietro di trentanni.

Perché è contraria al matrimonio con gli Uffizi?

LAccademia ha una storia completamente diversa e ha bisogno di una gestione personalizzata. Gli Uffizi sono un museo mediceo, noi no, siamo unaltra cosa e dobbiamo avere una guida diversa. Ci sono 53 dipendenti straordinari che ringrazio perché hanno contribuito al successo di questa avventura. Sono disperati, qualcuno è venuto da me in lacrime. Non capiscono.

Da domani che cosa farà, direttore?

Bella domanda (sorride, ndr). Le proposte di lavoro non mi mancano, per fortuna, ma tutto è stato così improvviso, assurdo. Non è un problema mio, però. Spero che lautonomia sia mantenuta, questa è la vera cosa importante per lAccademia e per la cultura.




news

21-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news