LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Torino. Il neo sovrintendente del Regio: via la cancellata, il teatro non è una prigione
FEDERICA CRAVERO
Repubblica-Torino 02/08/2019

Schwarz: l'opera di Mastroianni mi piace ma è poco funzionale. Castellani: può aprirla se vuole


" Non voglio un teatro chiuso come una galera " . La cancellata del Regio firmata dallo scultore Umberto Mastroianni è stata presa come esempio, tra realtà e metafora, dal nuovo sovrintendente Sebastian Schwarz per indicare la linea della sua missione torinese. " Mi piace come scultura - si è affrettato a precisare - ma vorrei un teatro più aperto alla città".

Tra i primi a raccogliere lo spunto c'è Valentino Castellani, che era sindaco nel 1994 quando la cancellata di bronzo è stata posizionata. "Quello del neo sovrintendente è un pensiero plausibile, soprattutto perché non ha potuto percorrere il filo della storia che ha portato all'installazione dell'opera - ha detto Valentino Castellani - In quel periodo l'atrio del Regio era in una situazione di forte degrado ". Skater e pattinatori si trovavano infatti a far andare le rotelle sui graniti del teatro e le foto dei giornali dell'epoca mostrano scritte e graffiti sulle pareti. Il sindaco e l'allora sovrintendente Elda Tessore decisero di ripulire l'area e di proteggerla.

Era stata la Consulta per la valorizzazione dei beni artistici e culturali di Torino, presieduta in quel periodo da Lodovico Passerin d'Entrèves, a raccogliere i fondi privati per finanziare la realizzazione del disegno " Odissea musicale", che lo scultore Umberto Mastroianni aveva donato alla città. La cancellata - con pannelli scorrevoli lunghi ciascuno 12 metri e larghi 4 - fu costruita con la tecnica della fusione da maestranze piemontesi.

"La città è un organismo che ha tanti punti di criticità e ogni scelta è figlia del proprio tempo, non so dire se oggi la rifarei - continua Castellani - Ma certamente ancora oggi rivendico la decisione di aver risposto a un problema di sicurezza e degrado con un'opera d'arte. Sicuramente vista adesso può dare l'idea di chiusura, esattamente come lo si può pensare della cancellata che c'è attorno ai giardini Sambuy davanti a Porta Nuova, ma nessuno ricorda più in che stato di abbandono erano prima ". E Castellani lancia al neo sovrintendente una proposta: "Sarebbe interessante vedere cosa accadrebbe adesso se la cancellata non ci fosse - afferma - Lo dico senza polemiche, sul serio: non c'è il caso di toglierla, se Schwarz vuole può tenerla aperta e vediamo che cosa succede".
In realtà qualche polemica in città già sta montando. E la proposta del neo sovrintendente promette di tenere banco per i prossimi giorni.

https://torino.repubblica.it/cronaca/2019/08/02/news/torino_il_neo_sovrintendente_del_regio_via_la_cancellata_il_teatro_non_e_una_prigione-232582322/


news

22-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 22 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news