LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Uffizi. È guerra (legale) per il .com. Prima vittoria, a caro prezzo per difendere il nome del museo
Marzio Fatucchi
Corriere Fiorentino 11/7/2019

Le Gallerie degli Uffizi vanno alla guerra dei domini web che gli scippano il nome per vendere i suoi biglietti: domain grabbing , si chiama questa pratica di rubare i nomi. Una guerra lunga, difficile. E costosa: per le parcelle legali, hanno già previsto di pagare (almeno) 135 mila euro (più iva). Tutto per recuperare il dominio Uffizi.com, registrato nel 1998 da una società basata in Liechtenstein. Probabilmente, vorrebbe essere una causa pilota: anche se, per la normativa internazionale che sta dietro alla gestione dei domini, potrebbe non avere effetto che per questo sito web.

La prima battaglia, cominciata nel 2018, il direttore delle Gallerie degli Uffizi lha vinta al Wipo. Cioè la World international property organization, una delle agenzie dellOnu che si occupa della protezione della proprietà intellettuale, quindi anche dei marchi e del loro utilizzo sul web. In Svizzera, dove ha la sede, la Wipo ha dato ragione alle Gallerie degli Uffizi contro la BoxNic Anstalt, società che aveva comprato il dominio. Il motivo principale: anche se Boxnic ha registrato Uffizi.com pure come marchio, il nome non è generico ma notorio, e non era specificato immediatamente che il sito non era quello ufficiale (cera scritto ma non nella prima schermata).

Inoltre, invece di portare come prova le schermate fin dalla sua registrazione (1998), lo ha fatto solo dal 2008, andando a toccare alcuni elementi di bona fide, di trasparenza, non avendo portato e dimostrato che lo utilizzavano in un certo modo (per vendere biglietti) fin dallacquisizione.

Gli Uffizi vincono, il dominio web è ora suo: ma BoxNic non ci sta e ricorre alla Corte distrettuale dellArizona, competente perché nello Stato Usa. E così, dopo aver pagato una cifra che non appare nella sezione dedicata alla trasparenza del sito delle Gallerie degli Uffizi (ma che gli esperti dicono in genere abbastanza salata, da alcune decine di migliaia di euro), il ministero dei Beni culturali è costretto a prevedere una parcella di altri 110 mila euro (più iva) massimi per uno studio legale ed unaltra di 25 mila euro (massimi, sempre più iva) per unaltra avvocata che si occupi del processo di litigation.

È guerra (legale), insomma. Per recuperare il brand. Almeno quello di Uffizi.com, dopo che nel 2013, ma con un procedimento ben diverso, lallora dirigenza degli Uffizi riuscì a recuperare il dominio Uffizi.it. In quel caso, fu usato un Psrd, cioè un esperto, avvocato, che risolse la questione. Come spiegano infatti i tecnici di Registro.it (lAutorità che gestisce i domini internet in Italia, legato al Cnr), per questioni di questo tipo il processo di scelta intreccia il diritto dello Stato in cui agiscono gli attori del contenzioso e quelli civile internazionale. Dopo di loro, chi litiga sulluso dei nomi passa a questi Psrd, specialisti nel settore, una sorta di arbitrato. Poi si può passare al Wipo, e poi ricorrere al tribunale tradizionale. È evidente che la guerra a chi usa i siti con Uffizi per vendere i biglietti delle Gallerie è totale: Schmidt ha dato mandato, lanno scorso, di acquisire 88 domini che potessero avere riferimento a questa parola. Dopo aver rivisitato (quasi ribaltato, verrebbe da dire) il sito ufficiale, ora è indicizzato benissimo: è il primo, nei motori di ricerca, ma viene sempre soppiantato da quelli che comprano pubblicità su Google (ce ne sono almeno quattro prima, bisogno scrollare, scendere nella pagina per vedere quello ufficiale).

Ma è una guerra che vale la pena fare? Per il valore del brand, per avere in mano i cardini della vendita dei biglietti, certo. Per i costi, forse qualche dubbio viene: ogni caso è differente, non basta vincere questa guerra per essere sicuro di vincerle tutte. Sarà una lunga campagna virtuale (e di parcelle).



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news