LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Grandi scafi, nuovo rischio per Venezia
Gloria Bertasi
Corriere della Sera 8/7/2019

Unimbarcazione sbanda vicino a San Marco. Sfiorata la riva durante un nubifragio

Una grande nave ha rischiato di finire contro la riva ieri nel bacino di San Marco a Venezia mentre infuriava un violento nubifragio con grandine e vento. La nave ha sbandato andando minacciosa verso uno yacht che si trovava ormeggiato. Solo allultimo momento, dopo che lequipaggio dello yacht era fuggito terrorizzato, i rimorchiatori sono riusciti a evitare limpatto.

VENEZIA Ancora paura a Venezia: una nave da crociera della Costa ha rischiato di finire contro una banchina allaltezza di Riva 7 Martiri, vicino piazza San Marco. Erano passate da poco le 18 e pioveva a dirotto, sulla città si era scatenato un temporale furioso, con raffiche di vento così violente che sembravano presagire lingresso di una tromba daria dal mare.

Proprio in quel momento, dal porto usciva la Costa Deliziosa. Aveva appena navigato il canale della Giudecca e si trovava in bacino di San Marco quando per la pioggia e il vento ha quasi speronato i vaporetti che stavano transitando e uno yacht. Ma soprattutto il gigante del mare (la Deliziosa ha un tonnellaggio di quasi 93 mila tonnellate, è lunga 294 metri e ospita 3.700 persone tra passeggeri ed equipaggio) sembrava stesse dirigendosi verso Riva 7 Martiri, replicando quello che è accaduto il 2 giugno quando per unavaria la Msc Opera si é schiantata sulla banchina di San Basilio. A bordo dei vaporetti è scoppiato il terrore, molti hanno iniziato a filmare cosa stava accadendo e in tutti i video, postati in tempo reale sui social, i commenti di sottofondo sono corali: Come hanno potuto permettere che uscisse dal porto? Sono pazzi. Sullo yacht la reazione non è stata diversa, chi si trovava a bordo è uscito terrorizzato dalla cabina, convinto che la nave li avrebbe colpiti tanto si era avvicinata. Alla fine, i rimorchiatori in servizio al porto sono riusciti ad evitare il peggio e la crociera si è fermata a trenta metri dalla riva, a quindici dallo yacht.

Quando la nave ha lasciato il porto le condizioni meteo non destavano preoccupazioni dice la Capitaneria di Porto il temporale è scoppiato in pochi minuti e i tre rimorchiatori hanno gestito la situazione. Il porto però vuole vederci chiaro e il presidente Pino Musolino ieri sera ha annunciato: Ci riserviamo di avviare una tempestiva verifica per appurare se la nave avesse ricevuto i necessari permessi e avesse ottemperato alle verifiche, riteniamo inoltre necessario organizzare al più presto un ulteriore incontro con la Capitaneria di Porto per valutare ladozione di altre misure di sicurezza.

Intanto, a Venezia, dove la procura ora aprirà uninchiesta, impazzano le polemiche. Da anni tutti chiedono di allontanare le crociere dal centro storico ed è ancora fresca la paura per la sfiorata tragedia del 2 giugno. A complicare la situazione: la politica con il braccio di ferro in corso tra Comune di Venezia e il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli sul tracciato alternativo da far percorrere alle navi. Comune, Regione e Autorità portuale spingono per ladeguamento del canale Vittorio Emanuele, attualmente usato dalle imbarcazioni dirette al porto commerciale e perché si adeguino tre banchine della prima zona industriale di Marghera in modo da ormeggiarvi le crociere più grandi. Una soluzione promossa anche dallUnesco nella sessione plenaria che in queste ore, a Baku, ha riconosciuto le vicine colline del Prosecco come patrimonio dellumanità. Toninelli, che in serata ha disposto una immediata ispezione ministeriale sullultimo incidente, non è tuttavia daccordo: ha bocciato lo scavo del canale e pure Marghera preferendo lipotesi di usare il porto di Chioggia o di realizzare un offshore sulla falsariga di Barcellona.




news

27-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 27 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news