LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

LA FEDERAZIONE DELLE CONSULTE UNIVERSITARIE DI ARCHEOLOGIA PER IL MUSEO ETRUSCO DI VILLA GIULIA E IL PARCO ARCHEOLOGICO DELLAPPIA ANTICA

La Federazione delle Consulte Universitarie di Archeologia (FCdA) sta seguendo con grande preoccupazione le vicende relative al nuovo regolamento di organizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali ed esprime grande perplessità in particolare per la soppressione di istituti e luoghi della cultura autonomi, tra cui il Museo Nazionale di Villa Giulia e il Parco Archeologico dellAppia antica.
La rilevanza del lavoro svolto per la valorizzazione dellimmenso patrimonio di Villa Giulia, museo di antica tradizione, che festeggia 130 anni di vita e che sta ora vivendo un profondo rinnovamento, ha già ricevuto ampi e giusti riconoscimenti, grazie ad unattività di alto valore scientifico, a una comunicazione efficace e a una gestione efficiente.
In due anni non si contano le iniziative culturali e scientifiche, che hanno mobilitato non solo studiosi ma anche semplici cittadini. Significativi sono i risultati anche in termini di incremento dei visitatori. La spinta propulsiva data dalla nuova organizzazione ha portato anche ad aggiudicarsi vari progetti, tra cui il bando Lazio Innova, finanziato per circa un milione, finalizzato alla creazione di una rete laziale, da Vulci ad Alatri.
Per queste e molte altre ragioni la FCdA, molto ben illustrate anche in un documento che ha raccolto moltissime adesioni e in una lettera inviata al ministro dal prof. Mario Torelli, chiede di voler rivedere la decisione, mantenendo lautonomia del Museo Nazionale Etrusco, eventualmente anche nel quadro di una riorganizzazione della rete museale dei siti etruschi.
Sconcerta, inoltre, la scelta di sopprimere lautonomia del Parco Archeologico dellAppia Antica, creato appena tre anni fa dopo decenni di richieste da parte di tutto il mondo della cultura di un istituto unico dal carattere archeologico per questarea dal potenziale immenso in senso culturale e naturalistico, fin dalle battaglie di Antonio Cederna. Fare ora un passo indietro, senza tenere conto dellimmenso impegno che è alla base dellistituzione del Parco archeologico, è gravissimo. Limpressione che se ne ricava è che chi ha operato questa scelta non conosca affatto la travagliata storia dellistituzione del parco dellAppia antica, unistituzione sentita come necessaria sin da epoca napoleonica proprio per le monumentali e diffuse componenti archeologiche del territorio caratterizzato dal passaggio delle vie consolari Appia e Latina.
Il Parco dellAppia antica è un parco archeologico in quanto contiene tutti gli elementi essenziali e distintivi di un parco archeologico definiti a livello nazionale dalle Linee guida per la costituzione e la valorizzazione dei parchi archeologici (D.M. 18-4-2012). Inoltre non è più possibile pensare a una disgregazione del contesto paesaggistico dellAppia in diverse componenti, come la proposta della costituzione di un sistema museale dellAppia lascia intendere, non solo perché proprio le suddette Linee guida intendono chiaramente superare la vecchia concezione del D. Lgs. 42/2004 che vedeva equiparato il parco archeologico a un museo allaperto, ma soprattutto in virtù dellapproccio globale che il Ministero ha deciso di adottare nei confronti del Patrimonio culturale Lelaborazione di un progetto scientifico e gestionale specifico e unitario per il parco dellAppia è il risultato che ci attendiamo da questa nuova istituzione, rappresentando una necessità impellente in relazione a un territorio vastissimo e caratterizzato da numerosissime criticità, che dopo decenni di abusivismi di ogni tipo finalmente si ha la possibilità di affrontare in maniera sistematica e decisiva.
In relazione a quanto esposto, la FCdA chiede al Ministro Bonisoli di rimettere in discussione le proposte di riorganizzazione del Ministero soprattutto in merito alla soppressione di due istituti necessari a livello locale e nazionale, come il Museo etrusco di Villa Giulia e il Parco archeologico dellAppia antica, concedendo la possibilità alla direzione del Parco stesso, appena insediatasi, di poter esprimere al meglio le potenzialità inespresse di un territorio tanto ricco e complesso.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news