LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Il caso dei musei fiorentini. Ministro, ci risponda
Corriere Fiorentino 26/6/2019

Oggi, salvo forfait, il ministro Alberto Bonisoli sarà a Firenze. Potrebbe, anzi dovrebbe, essere loccasione giusta per rompere il ghiaccio che tra la città e il titolare dei Beni culturali si è creato sulla riforma dei grandi musei, che noi abbiamo definito controriforma della riforma Franceschini perché ne distrugge il pilastro, oltre che molti altri pezzi della sua architettura: lautonomia delle gallerie più importanti. È un caso nazionale, ma che investe Firenze più di ogni altra città perché qui di grandi musei ce ne sono tre Gallerie degli Uffizi, Galleria dellAccademia, Musei del Bargello e costituiscono lossatura centrale di tutto il patrimonio artistico della città, oltre alle chiese e ai palazzi. Improvvisamente è emersa questa voglia di neo-centralismo che il sindaco Nardella ha definito mandanirismo burocratico. E che rischia di demolire tutto il lavoro compiuto dai direttori negli ultimi anni, con ottimi risultati. È cresciuto esponenzialmente il numero dei visitatori, così come gli incassi; e si è fatto più forte il legame con la città, in un processo di valorizzazione che è andato di pari passo con la tutela del patrimonio. E non era affatto facile far bene, vista la qualità con cui prima della riforma Franceschini era stato guidato lex Polo museale fiorentino. Qual è allora il problema? Bonisoli lo deve spiegare. Forse che il casino da fermare al quale ieri ha fatto riferimento come giustificazione della riforma è stato combinato a Firenze? Ma se così non è perché fare di ogni erba un fascio? Non solo. Bonisoli deve spiegare perché invece di migliorare la riforma del suo predecessore (non certo perfetta) ha scelto di rottamarla; deve spiegare perché lo statalismo sarebbe migliore dellautonomia in un Paese nel quale gli sprechi più grandi sono stati commessi al centro, non in periferia; deve spiegare quale sia il vantaggio di avere messo sotto assedio direttori eccellenti, magari invisi per motivi di potere ai sostenitori dellancien régime ; e deve spiegare perché ha maturato la svolta consultando i sindacati, come ha sostenuto in una nota, ma non i responsabili dei musei né i rappresentanti delle istituzioni cittadine. Una scelta paradossale per un ministro che fa capo a un movimento che sulla retorica della partecipazione ha costruito buona parte dei suoi successi.

Firenze è riconosciuta come capitale della cultura italiana. Fare domande su una riforma che la tocca direttamente è un diritto, rispondere non è educazione: è un dovere.



news

20-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 20 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news